Giovedì 3 marzo il Ministro dell'Istruzione Stefania Giannini ha firmato il Protocollo triennale d’Intesa tra il Miur e l'associazione non-profit TEDxYouth, rappresentata dal suo curatore Bruno Giussani.Grazie a questo protocollo i docenti e gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado di tutta Italia potranno avvalersi dei percorsi formativi dei TED-Ed Clubs finalizzati a favorire nei giovani lo sviluppo di competenze argomentative e di 'public speaking'.

L'importanza del public speaking

Una delle carenze principali nell'educazione dei giovani è la capacità di argomentare e sostenere pubblicamente le proprie idee. Questa particolare carenza degli studenti italiani, che non ha nulla a che vedere con l'educazione umanistica o la corretta espressione linguistica in lingua madre, è stata più volte segnalata dalle indagini OCSE-PISA.

Molti insegnanti italiani sono ancora convinti che la debolezza dei nostri ragazzi nelle prove internazionali sia dovuta alla loro scarsa abitudine 'a rispondere a domande a crocette'.

Purtroppo la realtà è esattamente il contrario: una parte delle prove standardizzate OCSE-PISA è a risposta libera. In tali domande si chiede ai ragazzi di motivare per esteso le proprie risposte ed è proprio su questo tipo di risposte che i ragazzi italiani presentano carenze superiori a quelle dei coetanei stranieri.

La proposta TED per le competenze argomentative

Il protocollo d'intesa MIUR-TED propone un curriculum non obbligatorio mirato a incrementare le competenze argomentative e lacapacità di parlare in pubblicodegli studenti, sia in lingua italiana sia in lingua inglese.

Si tratta di competenze quasi ignorate dal curriculum tradizionale di studi italiano; sarebbe bene che i Comitati di Valutazione dei docenti tenessero nel dovuto conto il contributo dei pochi docenti italiani che operano anche in questo settore.

Il progetto pilota TEDxYouth@Bologna2016 si rivolge a tutti gli studenti italiani delle scuole superiori. I ragazzi potranno candidarsi e raccontare le proprie idee su temi raggruppati in 11 categorie: scienze, matematica, tecnologia, informatica, musica, arte, pensiero critico, start-up/idee imprenditoriali, sostenibilità, sport, oltre a una categoria libera chiamata 'X'.

Le candidature sono aperte dal 3 marzo sul portale di TED Youth Bologna. Il 12 novembre di quest'anno gli 11 finalisti, selezionati dalwebe da una giuria qualificata, verranno premiati durante un evento in contemporanea con altri eventi TED che si terranno in diversi Paesi di tutto il mondo.

Segui la nostra pagina Facebook!