Una notizia pubblicata da Tecnica della Scuola ed apparsa sul numero odierno (domenica 12 giugno) de 'Il Fatto Quotidiano' non mancherà di far discutere. Un ordine del giorno, approvato nella giornata di ieri dal Consiglio provinciale della Regione Trentino Alto Adige prevede che gli studenti e gli alunni di ogni ordine e grado debbano indossare in aula, a partire dal prossimo mese di settembre, una divisa o il tradizionale grembiule.

Ultime news scuola, 12 giugno: da settembre 2016 obbligatorio indossare divisa o grembiule in Trentino

Il consigliere del Gruppo Misto, Claudio Cia, che si è occupato, in prima persona, della presentazione dell'ordine del giorno, ha parlato dell'iniziativa usando toni entusiastici: in questo modo verrà stimolato lo 'spirito di gruppo e la coesione'. L'iniziativa politica, che recepisce quanto già contenuto nel ddl relativo alla Buona Scuola, ha come scopo quello di 'azzerare le disuguaglianze tra gli studenti, favorendo un abbigliamento pratico'.

Un'affermazione, quest'ultima, che ha già provocato la reazione polemica di chi non condivide affatto questa iniziativa: non c'è il rischio, invece, di appiattire completamente le diverse personalità degli studenti? Claudio Cia non è di questo parere: 'La divisa fornirà un valido sostitutivo delle sfilate di moda - ha replicato il consigliere regionale - promuovendo nelle nostre scuole lo spirito di appartenenza ad una medesima realtà'.

Obbligo divisa o grembiule anche per gli studenti delle scuole superiori?

Uno dei punti che andrà chiarito sarà quello che riguarda l'obbligo della divisa anche per gli studenti delle scuole superiori: dovranno indossarlo anche i ragazzi e le ragazze che si avvicinano alla maggiore età o, addirittura, quando l'avranno già oltrepassata? L'ordine del giorno non fa distinzione, visto che si parla di scuole di ogni ordine e grado, anche se per gli adolescenti, probabilmente, si tratterà magari di un semplice distintivo recante il logo personalizzato della scuola, in metallo o in staffa, da applicare sulla maglia.

Anche se per gli studenti del Trentino è tempo di pensare alle vacanze, da settembre 2016 si dovrà fare i conti con le nuove disposizioni: una novità che, sicuramente, a loro, non piacerà affatto.

Segui la nostra pagina Facebook!