Gli educatori che per colpa della riforma della scuolanon hanno trovato posto nei ruoli della Pubblica Amministrazione possono contare sui concorsi indetti dai comuni spesso alla ricerca di personale educativo con esperienza. I concorsi per gli educatori sono ben quattro questa settimana.I comuni che li hanno indetti sono quelli di Belluno (scadenza 16 luglio) Vicenza (scadenza 18 luglio), Brescia (25 luglio) e Ferrara (scadenza 8 agosto). Il totale complessivo dei posti messi a bando è di 21 unità, dove Brescia presenta le maggiori opportunità con la ricerca di 16 insegnanti della Scuola dell'infanzia.

I 4 posti in Veneto

Gli educatori che hanno sostenuto il concorso docenti 2016 per l'infanzia e la primaria, i quali attendono gli esiti delle prove scritte, potranno disporre ancora di 5 e 7 giorni (Belluno e Vicenza) per presentare la domanda di partecipazione alle selezioni comunali per un insegnante a Belluno e per tre educatori al comune di Vicenza, con stipula di contratti a tempo indeterminato. Per la consultazione dei requisiti necessari e per scaricare il bando col modulo di domanda di partecipazione occorre andare direttamente ai siti istituzionali dei due comuni e selezionare concorsi/ avvisi di selezione di personale.

I posti in Lombardia ed Emilia

Nei comuni di Brescia e di Ferrara gli educatori interessati alle selezioni concorsuali di personale educativo specializzato sul sostegno hanno a disposizione ancora due/tre settimane per presentare la domanda di partecipazione ai concorsi.

A Ferrara è disponibile un posto a tempo determinato di 36 mesi per insegnante comunale per l'integrazione scolastica dei disabili. La scadenza di presentazione della domanda è fissata per l'8 agosto. Il comune di Brescia cerca 16 educatori dell'infanzia (cat.C) . Per avere tutte le informazioni necessarie su questa selezione basta digitare sul browser di ricerca la seguente stringa:

http: // www.

comune.brescia.it /comune /concorsimobilita /Concorsi/ Pagine/ Insegnante-Scuole- Infanzia-ruolo.aspx

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!