Ormai è ufficiale. Il concorso docenti 2016 si è rivelato un autentico fallimento: prima le percentuali record di candidati bocciati e accusati a destra e a sinistra di essere dei 'docenti somari', ora i vincitori scoprono che per molti di loro la cattedra non ci sarà. Una beffa nella beffa.

Ecco, infatti, l'altro tranello di questa maxi selezione voluta forse più per propaganda politica che per reale disponibilità dei posti, considerando anche l'ecatombe di insegnanti abilitati e, dunque, più che preparati sul piano della formazione professionale.

L'altro tranello è rappresentato dalla mancanza di disponibilità delle cattedre per i (pochi) fortunati che sono riusciti a superare la 'mission impossible' del concorso docenti 2016.

Ultime news scuola, sabato 10 settembre 2016: beffati i vincitori del concorso, sono senza cattedra

Mancano i posti e, dunque, niente immissione in ruolo per l'anno scolastico 2016/2017. Non solo bisognerà aspettare fino al prossimo anno ma c'è pure il rischio che l'assunzione venga addirittura procrastinata sino al 2018/9.

Tutto ciò per ottenere un 'ambito territoriale' e per essere, comunque, chiamati dal dirigente scolastico.Il quotidiano 'Il Manifesto' ha menzionato il sito specializzato 'Tecnica della Scuola' che ha pubblicato la testimonianza di novanta insegnanti, vincitori di concorso per il sostegno della scuola secondaria di II grado. Ebbene, per loro non ci sarà la tanto sospirata cattedra e, nella migliore delle ipotesi, continueranno a fare i supplenti.

Mobilità docenti ultime notizie: a Bari, 'Nastrini rossi' annunciano protesta contro Renzi

Intanto, per la giornata di oggi, sabato 10 settembre, è stata annunciata una protesta da parte dei 'nastrini rossi' alla Fiera del Levante di Bari in coincidenza della presenza del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, per l'inaugurazione dell'importante manifestazione. La protesta riguarderà il forzato esodo dei docenti meridionali al nord: un'altra 'scottante' questione di un autunno scolastico che si preannuncia 'bollente'.

Segui la nostra pagina Facebook!