Lavorare in banca è stato, per molto tempo, il sogno di molti giovani italiani. Forse anche oggi, molti ragazzi, ambiscono al famoso posto in banca. E' bene sottolineare, però, che anche il mondo bancario nasconde le sue insidie. Gli addetti allo sportello italiani lo sanno bene. Secondo una recente indagine condotta dall'Università 'La Sapienza', in Toscana, è emerso che gran parte dei bancari è costantemente in ansia. Eppure, i bancari sono gli impiegati che hanno gli stipendi più alti. Da cosa deriva, dunque, questo forte stress?

L'82% dei bancari vive in perenne ansia

L'Università 'La Sapienza' ha portato avanti la ricerca su commissione della Cgil.

Pubblicità

Sono state fatte domande a circa 400 bancari toscani e, alla fine, è emerso che l'82% di essi vive in ansia per l'eventuale mancato raggiungimento degli scopi fissati dall'azienda. Molti impiegati si definiscono dei veri 'piazzisti' perché devono riuscire a convincere la clientela ad acquistare determinati prodotti, come le celeberrime obbligazioni subordinate a determinate polizze, che hanno mandato sul lastrico, recentemente, diversi risparmiatori. Non finisce qui. L'84% degli impiegati intervistati dai ricercatori della Sapienza hanno confessato di trovarsi in imbarazzo nel momento in cui devono presentare certi prodotti ai risparmiatori. Un'offerta che rientra nel budget aziendale, quindi da prospettare assolutamente ai clienti.

Molti impiegati assumono psicofarmaci

Alcuni impiegati intervistati hanno reso noto di essere preoccupati anche per le 'ristrutturazioni aziendali'. La vita dei bancari, insomma, non è tutta 'rose e fiori'. Molti si trovano in imbarazzo anche perché devono offrire prodotti e consulenze che non rispecchiano quello che loro reputano 'moralmente giusto'. La Cisl ha sottolineato in queste ore, alla Camera del Lavoro di Pisa, che tanti bancari toscani assumono molti psicofarmaci per contenere la costante agitazione dovuta al mestiere che svolgono.

Pubblicità

Ben pagati ma estenuati

Non è facile, in soldoni, svolgere la professione di bancario al giorno d'oggi. Chi sta dietro allo sportello di una banca, oggi, deve anche lavorare di persuasione e portare i risparmiatori ad acquistare i vari prodotti. Tutto ciò deve avvenire al di là del proprio convincimento sulla moralità dell'operazione. Bancari: impiegati ben pagati ma anche sfiniti.