Le ultime notizie sulla riforma pensioni, ad oggi, venerdì 10 novembre 2017, sono relative al confronto Governo-sindacati che lunedì 13 novembre vivrà il suo probabile atto conclusivo: c'è una nuova proposta dell'esecutivo in merito al calcolo dell'età pensionabile, proposta che, però, i sindacati hanno già risposto di non gradire.

Pensioni 2017, notizie oggi 10 novembre: nuova proposta Governo su calcolo dell'età della pensione

L'impressione è che il Governo voglia a tutti i costi far 'digerire' ai sindacati l'inevitabile (oramai) aumento dell'età pensionabile a 67 anni, a partire dal 2019, secondo l'aspettativa di vita.

Anziché abolire l'odiato adeguamento, la nuova proposta dell'esecutivo riguarda un nuovo meccanismo di calcolo dell'aspettativa di vita, in base al quale, a partire dal 2021, si considererà la media biennale (2018/2019) confrontata con il precedente biennio: in caso di aumento dell'aspettativa di vita, questo verrà portato sul biennio; nel caso in cui, al contrario, si verificasse una diminuzione, questa verrebbe 'scalata' nella verifica relativa al successivo biennio, quello che riguarderà il 2023-2024.

Dunque, anche secondo questa nuova proposta del Governo, non sarebbe prevista una diminuzione dell'età pensionabile in corrispondenza di una diminuzione della speranza di vita, ma solamente uno stop.

Riforma pensioni 2017, novità oggi: sindacati insistono su 'distanze dal Governo'

I sindacati stanno considerando questa nuova proposta del Governo come una possibilità, un'apertura che, però, ancora non basta così come non può essere accettata la soluzione delle quindici categorie escluse dall'aumento dell'età pensionabile.

Nessun ipotesi di rinvio da parte del Governo, così come invocato dai sindacati e da un fronte politico bipartisan: la speranza, inutile sottolineare quanto sia flebile, è che almeno vengano presi in considerazione gli emendamenti proposti per rinviare il decreto direttoriale che rettificherà l'aumento dell'età pensionabile a 67 anni dal 2019 che dovrebbe essere emesso entro il prossimo 31 dicembre.

Ultime notizie pensioni, oggi 10 novembre: Poletti 'C'è un tavolo in corso'

Il Ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, continua ad ostentare ottimismo in merito ad un possibile accordo con i sindacati. 'Lunedì mattina ci sarà una nuova occasione e nel pomeriggio le rappresentanze sindacali incontreranno il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni - ha dichiarato Poletti - 'C'è un tavolo in corso, continuiamo gli approfondimenti. Credo che sia un bene che si continui a lavorare' ha concluso il Ministro del Lavoro ritenendo che possano esistere degli spiragli alla trattativa con le parti sociali.

I lavoratori, sui social network, non ostentano lo stesso ottimismo, anzi. Si continua a sottolineare la solita 'manfrina' di Palazzo, dove ormai tutto è già deciso, con i sindacati nell'ormai consueto ruolo di 'servi obbedienti'.

Potete rimanere aggiornati sulle ultime notizie relative alla riforma pensioni, cliccando sul tasto 'Segui', posto vicino alla firma del presente articolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!