Un nuovo sciopero della Scuola è stato indetto per la giornata del 10 dicembre 2018 dal sindacato SAESE, a cui aderiranno i docenti e il personale Ata. Si tratta della seconda protesta in meno di due settimane nel mondo scolastico, dopo la mobilitazione del 30 novembre scorso. A causa della mobilitazione di insegnanti e Ata, le lezioni saranno a rischio in tutta Italia. A dare l'annuncio ufficiale dello sciopero è stato il Miur (Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca), tramite una nota ufficiale firmata dal dirigente Rocco Pinneri, nella quale si invita il sindacato a comunicare in maniera tempestiva la protesta fissata per il giorno 10 alle istituzioni scolastiche.

Quest'ultime a loro volta sono tenute a informare sia le famiglie che gli alunni.

Lezioni a rischio per lo sciopero della scuola del 10 dicembre

L'adesione allo sciopero della scuola del 10 dicembre da parte del personale docenti e Ata metterà a rischio le lezioni per gli studenti italiani indistintamente da Nord a Sud. Si prevede infatti una larga partecipazione alla mobilitazione indetta per lunedì prossimo, dal momento che interesserà gli insegnanti e il personale Ata con contratto sia a tempo indeterminato sia determinato.

Oltre a loro, aderirà allo sciopero anche il personale scolastico precario e atipico, come riporta la nota del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca. Sarà dunque una protesta che coinvolgerà potenzialmente migliaia di docenti, i quali si ritrovano ancora una volta a chiedere conto al Governo delle politiche adottate per la scuola italiana. Occorre aggiungere che la mobilitazione non interesserà soltanto le istituzioni scolastiche del nostro Paese ma coinvolgerà anche gli istituti italiani che si trovano all'estero.

Gli studenti hanno l'obbligo di portare la giustificazione

In caso di assenza durante il prossimo sciopero della scuola, gli studenti avranno l'obbligo di portare la giustificazione. Vale dunque la stessa regola in vigore per tutti gli scioperi indetti dai sindacati, in occasione dei quali le scuole restano regolarmente aperte. Tutti coloro che stanno pensando di allungare il ponte dell'Immacolata (8 dicembre) devono quindi mettere in conto che al loro rientro a scuola saranno invitati a presentare la giustificazione firmata dai propri genitori per l'assenza nella giornata precedente.

Al momento non si hanno ulteriori aggiornamenti su eventuali nuovi scioperi della scuola in programma nel mese di dicembre, prima dell'inizio delle vacanze di Natale.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!