L'Agenzia delle Entrate ha bandito due Concorsi Pubblici per l'immissione di 160 profili esperti, di cui 150 figure da destinare presso la direzione di uffici preposti a servizi di gestione, riscossione e contenzioso dei tributi e 10 posizioni da disporre tramite la direzione di uffici preposti a servizi di gestione dei servizi catastali di pertinenza della stessa Agenzia delle Entrate. Ma entriamo nei particolari e scopriamo di che cosa si tratta.

Pubblicità
Pubblicità

Bandi di Concorso a marzo 2019

La Direzione Centrale Risorse Umane e Organizzazione ha indetto due concorsi pubblici, per titoli ed esami, per l'inserimento di 150 dirigenti di II fascia e di 10 dirigenti di II fascia in possesso dei seguenti titoli accademici e requisiti:

  • diploma di laurea DL ossia laurea specialistica LS o magistrale LM;

  • aver conseguito il dottorato di ricerca o il diploma di specializzazione;

  • detenere il titolo di dirigente;

  • essere cittadini italiani;

  • idoneità fisica al lavoro;

  • essere in regola con il servizio militare;

  • diritti elettorali attivi;

  • non avere carichi pendenti o procedure penali in corso.

Prove d'esame e presentazione della domanda

I sopracitati bandi di concorso pubblico prevedono una prova preselettiva per decidere l'accoglimento dei concorrenti all'esame scritto. Da tenere in considerazione che il test preselettivo verte in un questionario composto in due parti.

Pubblicità

La prima parte consiste in 45 domande a risposta multipla riguardanti diritto tributario e scienza delle finanza, nonché l'ordinamento e le attribuzioni dell'Agenzia delle Entrate. La seconda parte del questionario comporta 15 domande a risposta multipla riguardanti i problemi logistici e gestionali ricadenti nel settore dell'apprendimento sul comportamento logistico. L'esame preselettivo viene calcolato in sessantesimi.

Oltre a ciò, i suddetti concorsi si suddividono in una prova scritta e in un test orale al fine di comprendere le potenzialità cognitive e la preparazione organizzativa dei concorrenti.

Ogni esame viene considerato in centesimi e si intuisce superato se il soggetto ottiene un punteggio di almeno 70/100. Il test scritto si articola in due fasi, di cui la prima su un argomento tecnico-pratico relativo alle seguenti discipline:

  • diritto tributario e scienza delle finanze;

  • diritto amministrativo;

  • diritto civile e commerciale;

  • principi di diritto internazionale pubblico e dell'UE;

  • principi di economia aziendale;

  • principi di diritto penale;

  • progettazioni, organizzazioni e metodi di controllo;

  • regolamento e conferimenti dell'Agenzia delle Entrate;

  • sistema catastale;

  • sistema di pubblicità immobiliare;

  • criteri e tecniche estimali.

La seconda fase dell'esame scritto prevede una presentazione di una circostanza pratica di lavoro che riguarda contesti problematici di tipologia organizzativa e gestionale, ricadenti nel campo dell'apprendimento sul comportamento logistico.

Pubblicità

Gli stati oggetti della prova vengono raffigurati con valore di domande a risposta aperta. Per quanto concerne il test orale volge in un colloquio finalizzato ad analizzare al meglio le abilità cognitive e la preparazione manageriale dei candidati.

Le domande di partecipazione ai sopraindicati concorsi devono essere inoltrate esclusivamente per via telematica dal sito 10Dir.it entro le ore 23:59 di lunedì 4 marzo 2019. Per attingere ad altre informazioni, vi consigliamo di recarvi sul portale ufficiale Agenzia delle Entrate.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto