Manca poco più di una settimana alla pubblicazione, da parte dei vari Usp, degli esiti dei trasferimenti. La data prevista pare essere il 20 giugno, salvo eventuali proroghe.

Sarà solo dopo questa data che si potrà cominciare a pensare alle assegnazioni provvisorie e alle utilizzazioni per l’a.s 2019/2020.

Data firma contratto e pubblicazione decreto

Si sono svolti in questi giorni gli incontri tra sindacati e Miur per concludere la trattativa riguardo la firma del contratto integrativo in merito alle assegnazioni provvisorie e utilizzazioni per il prossimo triennio scolastico.

E pare ormai certa la data del 12 giugno come giorno di chiusura del contratto stesso.

Invece per l’uscita del relativo decreto che conterrà le indicazioni sui requisiti e sulle modalità di presentazione della relativa domanda, oltre alle date di apertura della finestra temporale, occorrerà aspettare con ogni probabilità, come gli anni scorsi, la metà di luglio. Se verranno rispettate queste tempistiche, intorno agli ultimi giorni di luglio il personale docente interessato potrà inviare domanda di assegnazione provvisoria o utilizzazione.

I punti fermi

Il nuovo contratto integrativo sulle assegnazioni provvisorie e sulle utilizzazioni prevede alcuni punti fermi. Tra questi vi è naturalmente la possibilità di presentare domanda annualmente, indipendentemente che sia stata soddisfatta o meno l’anno precedente. E sarà possibile esprimere preferenze su comune e distretto. Quest’ultimo aspetto è stato infatti ripristinato.

Inoltre, potranno presentare domanda anche gli insegnanti che otterranno trasferimento presso una Scuola della propria provincia, nonché coloro che otterranno trasferimento interprovinciale (se non soddisfatti nel comune desiderato).

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scuola

Tra queste conferme permane invece un elemento di criticità. Problema ancora aperto è infatti quello dei docenti al terzo anno FIT, per i quali continua a non essere prevista la possibilità di aderire ai movimenti di assegnazione provvisoria e utilizzazione. Questo sarebbe dovuto allo status di assunzione a tempo determinato da cui non poter prescindere per poter partecipare a questi movimenti. Vane sono state finora le pressioni operate dai sindacati.

Assegnazione provvisoria e utilizzazioni su posti di sostegno

Per quanto riguarda il discorso attinente i posti di sostegno, sarà possibile richiedere assegnazione provvisoria o utilizzazione senza essere in possesso del relativo titolo di specializzazione. Dovranno però essere soddisfatte due condizioni: gli interessati dovranno essere in procinto di concludere il percorso di specializzazione e dovranno aver svolto almeno un anno di servizio su posto di sostegno.

Va comunque precisato come la precedenza verrà data all'accantonamento dei posti di sostegno prima di tutto per i docenti delle Gae e della I fascia delle Graduatorie d’Istituto in possesso del titolo di specializzazione.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto