Assunzioni nelle scuole della Lombardia e a Milano, saranno 3.000 i bidelli e 2.000 i docenti in più per far fronte all'emergenza sanitaria. Sono questi i numeri delle assunzioni che permetteranno un organico aggiuntivo di docenti e Ata, ma rimangono deluse le aspettative delle scuole lombarde rispetto alle richieste. Infatti, il ministero dell'Istruzione ha bocciato la richiesta di 5.500 docenti in più per le scuole e di 5.800 impiegati Ata, fermandosi a numeri sulle assunzioni che corrispondono a circa il 60% delle richieste dei collaboratori scolastici e a meno della metà degli insegnanti, includendo anche gli educatori per le scuole dell'infanzia, la parte più numerosa.

Assunzioni aggiuntive scuole Lombardia e a Milano: numeri per l'anno scolastico 2020/2021

Pertanto, l'organico aggiuntivo delle scuole in Lombardia prevede che vengano assunti, con contratto a tempo determinato, 3.000 impiegati Ata in più per far fronte all'emergenza sanitaria (rispetto alla richiesta di circa il doppio) e di 2.000 docenti aggiuntivi. Degli insegnanti, la componente più numerosa sarà rappresentata dagli educatori delle scuole dell'infanzia, dai maestri delle scuole elementari e dagli insegnanti tecnico-pratici delle scuole superiori. Si ferma a circa 160 il numero degli assistenti tecnici di laboratorio. I numeri testimoniano una riapertura della scuola con un organico ridotto rispetto alle aspettative che erano di 5.550 docenti e 5.800 collaboratori Ata in più.

Numeri che, in ogni modo, sarebbero già stati insufficienti a coprire le necessità delle scuole alla ripartenza, come spiegato da Tobia Sertori segretario generale della Flc Cgil Lombardia, dato il più alto numero di scuole, di alunni e di personale scolastico presente nella regione ed essendo, la Lombardia, il territorio più colpito dal coronavirus.

Scuola, supplenze in Lombardia e assunzioni dalle graduatorie provinciali

Proprio nella giornata di ieri gli uffici scolastici regionali hanno proceduto a ripartire le risorse tra gli uffici provinciali, al fine di assegnare le assunzioni di docenti e Ata alle varie scuole territoriali. Milano avrà il maggior numero di assunzioni: 700 docenti, 700 collaboratori Ata e 40 assistenti tecnici in più.

Si tratta di assunzioni con contratto a tempo determinato che potrà essere risolto nel caso di un nuovo lockdown. Le difficoltà che verranno generate alla riapertura delle scuola da un organico al di sotto delle attese si aggiungeranno alle carenze storiche della scuola lombarda. "Le nuove graduatorie provinciali per l'assegnazione delle supplenze - afferma Carlo Giuffrè della Uil Scuola Lombardia - sono inutilizzabili perché le candidature sono state validate ma non ancora valutate. Il ministero dell'Istruzione non ha una visione chiara della situazione. Le scuole per funzionare hanno bisogno di personale".

Segui la nostra pagina Facebook!