Arrivano novità per la Scuola dal maxi-emendamento alla legge di Bilancio 2022 di Mario Draghi. Sono state stanziate risorse aggiuntive per 180 milioni di euro che andranno a finanziare tre interventi a favore di scuole, docenti e personale ausiliario, tecnico e amministrativo (Ata). Per questi ultimi arriva la conferma dell'allungamento dei contratti firmati per l'emergenza da Covid-19.

Risorse andranno anche a finanziare le scuole paritarie dell'infanzia. E arrivano fondi per il merito dei docenti che verranno distribuiti "a pioggia". Nulla da fare, invece, per l'aumento del Fondo Unico Nazionale (Fun) dei presidi.

Infine, non verranno stanziate le risorse per la revisione del dimensionamento scolastico e per le scuole situate nelle piccole isole. Sul piano disciplinare, si attende anche l'ordinanza del ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi per la semplificazione delle prove degli esami di maturità del 2022.

Scuola, personale Ata assunto per l'emergenza Covid: verso l'allungamento delle assunzioni fino al 30 giugno 2022

Dalla legge di Bilancio 2022 arriverà sicuramente l'allungamento dei contratti dei collaboratori Ata che sono stati assunti per far fronte all'emergenza sanitaria ed economica derivante dalla Covid. In tutto, i contratti di 7.800 collaboratori Ata verranno prorogati fino al 30 giugno 2022, come già avvenuto per quelli di circa 18.000 docenti.

Il fondo per prorogare i contratti fino alla fine delle lezioni dell'anno scolastico 2021-2022 passa pertanto da 300 milioni (già stanziati nel testo originario del disegno di legge di Bilancio 2022) a 400 milioni di euro.

Scuola, premi ai docenti: sparisce il criterio della 'dedizione', bonus da distribuire 'a pioggia'

Novità arrivano anche per l'articolo 108 della legge di Bilancio 2022, quello che ha suscitato le maggiori polemiche in ambito di scuola e docenti.

Inizialmente, il fondo per la valorizzazione dei docenti prevedeva un premio "alla dedizione".

L'articolo è stato riscritto, con il finanziamento del fondo che passa da una dote precedente di 240 milioni a 300 milioni di euro. Dall'articolo è sparito il riferimento alla dedizione del corpo insegnanti da premiare che aveva riscaldato le critiche delle sigle sindacali.

Le risorse e i premi ai docenti verranno pertanto spalmati "a pioggia" attraverso la contrattazione di istituto.

Scuola, 20 milioni di euro andranno alle paritarie dell'infanzia per il sostegno nella fase di emergenza Covid

Dalle ultime novità riguardanti gli interventi in ambito scuola della legge di Bilancio 2022, risulta confermato il contributo aggiuntivo pari a 20 milioni di euro per le scuole paritarie dell'Infanzia. Il fondo messo a disposizione dal governo andrà incontro alle necessità (in alcuni casi di vera sopravvivenza) delle scuole paritarie per sostenerle nella fase di emergenza da Covid, soprattutto per la riduzione del numero di iscritti.

Il successivo decreto attuativo fisserà i criteri secondo i quali verranno distribuite le risorse tra le scuole interessate.