L'iniziativa è partita da qualche mese, ma in poco tempo ha raccolto già tantissime adesioni. Dal comune di Latiano, un paese di circa 5.000 abitanti, sito in provincia di Brindisi, è partita quest'idea: invitare Papa Francesco nel Salento in occasione dei 35 anni della beatificazione del Beato Bartolo Longo, originario proprio di Latiano. L'Associazione Culturale "L'Isola che non c'è" è stata la promotrice dell'iniziativa che nel corso delle settimane ha raccolto tanti consensi.

Si sono già esposti a favore, i comuni di #Lecce, Brindisi, Ceglie Messapica, San Michele Salentino, San Vito dei Normanni, Taranto, la Provincia di Brindisi, Villa Castelli, Bari e tanti altri.

Insomma, un'iniziativa che senza ottiche campanilistiche tra paesi diversi, sta continuando ad avere un successo di consensi. Davvero una bella cosa per il Salento e la Puglia intera. Per convincere il Papa, nei mesi scorsi a Latiano fu appesa anche una gigantografia di Papa Francesco sul campanile della chiesa madre del paese. Una sua visita, sarebbe una bella soddisfazione per tutto il Salento.

Periodo duro per il Salento

Chissà che con il Papa a far visita nel Salento, si possa trovare anche più tranquillità nell'affrontare le difficoltà per la questione Xylella, che continua a dare non pochi problemi agli addetti ai lavori agricoli di tutta la penisola salentina. Molti lavoratori agricoli sono in difficoltà e non vogliono perdere il loro lavoro. Intanto, il piano Silletti riceve numerose critiche e la confusione continua.

I migliori video del giorno

Nel frattempo, anche i lavoratori del comparto viticolo sono bloccati dalla situazione. Il loro mercato è fermo e non possono commercializzare la loro merce. Una situazione paradossale e fastidiosa per tante aziende, che negli ultimi giorni hanno anche protestato animatamente facendo sentire la propria voce. La manifestazione svolta vicino la Prefettura di Lecce nei giorni scorsi, è stata presieduta da centinaia di persone. Intanto, però, non ci sono novità rilevanti, soltanto la seconda metà di Novembre si attende una risposta definitiva. Ci si augura che una visita del Papa possa aiutare tanta gente a ritrovare la calma e trovare le giuste soluzioni. #Cultura Lecce