Oggi, mercoledì 7 dicembre, sulla Gazzetta di Parma, è stata riportata una classifica che è destinata a far discutere molto. Si tratta della classifica degli #Stipendi, un'indagine firmata "Osservatorio Jobpricing". In realtà, su questa storia si è discusso tanto nel passato e la curiosità è sempre stata tanta: dove si guadagna di più? In quale città italiana gli stipendi sono più alti? Ebbene, la risposta la può dare quest'indagine freschissima. E' davvero impressionante notare come le primissime città della classifica siano tutte del Nord e le ultime siano del meridione.

Le posizioni più importanti della classifica degli stipendi

Ai primi posti di questa classifica troviamo: Milano, prima con un reddito pro capite di 34.414 euro; poi Bolzano con 32.449 euro e Monza, che chiude il podio con 31.874 euro.

Milano e Bolzano hanno mantenuto le stesse posizioni del 2015, mentre Monza ha fatto un balzo in avanti di 5 posizioni, poichè lo scorso anno era solo all'ottavo posto. In quarta posizione, c'è Genova, con 31.477 seguita poi da quattro città emiliane: Parma (31.311 euro), Ravenna (31.005 euro), Reggio Emilia (30.947 euro), Bologna (30.924 euro).

Tra le grandi città, già detto di Milano, al primo posto, bene anche Roma decima (una posizione in più rispetto al 2015) e Firenze, diciassettesima. Roma ha rispettivamente un reddito pro capite di 30.685 euro, Firenze di 29.737 euro. Ottimo il risultato anche di Verona che è undicesima, con 30.633 euro. Torino segue, al diciannovesimo posto, con 29.583 euro: il risultato di Torino è comunque migliorato, visto che nel 2015 era ventunesimo.

Nelle ultime cinque posizioni, di questa speciale classifica, troviamo tutte città del Sud.

I migliori video del giorno

Messina è 106° con 23.487 euro di reddito pro capite, segue Ragusa con 23.439 euro. Nella zona più bassa della classifica, troviamo Crotone al terzultimo posto con 23.384 euro, Matera, al penultimo posto con 23.340 euro e Lecce all'ultimo posto con 23.001 euro. La città di Lecce ha fatto quattro passi indietro rispetto allo scorso anno, passando dal 106° al 110° posto. La posizione del Salento, dunque, è davvero deludente. C'è tanto da lavorare sotto questo aspetto. #Salento #Lavoro