Alcuni lotti di produzione della FIAT 500 X sono stati richiamati dalla casa madre per controlli a causa di condizioni di guida non sicure riscontrate dal Rapex, il Rapid Alert System for non-food dangerous products dell’Unione Europea, riportato nell’ultimo bollettino settimanale del Ministero dello Sviluppo Economico dello scorso 23 novembre. Il problema di sicurezza è stato confermato dalla Fca solo un paio di giorni fa ma senza fornire ulteriori indicazioni per quanto riguarda il numero di autovetture interessate dalla procedura di richiamo.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Ford

La notizia giunge come un fulmine a ciel sereno per il marchio del Lingotto, proprio mentre si appresta a lanciare nuove versioni del restyling del modello che non sembra conoscere crisi di mercato nonostante la contrazione generalizzata delle vendite [VIDEO].

Problemi di sicurezza per le Fiat 500 X richiamate per controlli

Fca ha richiamato per controlli alcune versioni della Fiat 500 X, uno dei modelli più apprezzati dal mercato, per problemi di sicurezza. L’allarme è stato diramato dal Rapex, il sistema comunitario di informazione rapida per i prodotti non conformi, grazie al quale le Autorità nazionali degli Stati membri notificano alla Commissione europea i prodotti che possono rappresentare un grave rischio per la sicurezza e la salute dei consumatori [VIDEO].

Nel dettaglio, il problema riscontrato sulle Fiat 500 X riguarda una serratura difettosa del sedile che, soprattutto in caso di brusche frenate o di incidente, potrebbe ripiegarsi in avanti causando lesioni al passeggero. L'anomalia riscontrata sul popolare crossover della casa torinese è stata classificata a “livello di rischio serio”, tanto da indurre Fca a richiamare le autovetture interessate per controlli.

I lotti di Fiat 500 X richiamate per condizioni di guida non sicure

Le auto sulle quali è opportuno verificare il corretto funzionamento del sistema di chiusura dei sedili sono le Fiat 500 X prodotte nel periodo che va dal 2 giugno 2015 al 18 agosto 2018 e contrassegnate da numero di omologazione CEE E3 * 2007/46 * 0318 * 02; Tipo: 334.

Benché non ci siano state, fino ad ora, segnalazioni di incidenti legati al difetto riscontrato, la casa produttrice ha invitato tutti i proprietari delle autovetture prodotte in quel lasso di tempo a recarsi al più presto presso le officine autorizzate per controllare la sussistenza del problema ed effettuare le dovute riparazioni. Un richiamo che, secondo quanto riferito dall’azienda, sarebbe già iniziato nello scorso mese di agosto, ben prima della segnalazione ufficiale da parte di Rapex.