Circa otto anni fa una signora di Napoli, di nome Rita, aveva fatto porre una statuadi San Piosulla scogliera prospiciente il palazzo del consolato statunitense nel capoluogo campano. Rita aveva ricevuto un'importante grazia dal santo: l'esito positivo di un delicatissimo intervento al cuore subito da suo figlio. La statua era diventata fin da subito un rassicurante faro per i navigatori di Mergellina che a lei erano soliti affidarsi per chiedere protezione dai rischi della navigazione, ma anche per i pedoni che passeggiavano sui marciapiedi che costeggiano il mare.

Oggi, dell'imponente statua, rimane solo la parte inferiore,ma si ritiene che la testa non sia stata distrutta, in quanto non sono stati ritrovati resti di essa nella zona circostante. Piuttosto, gli inquirenti stanno concentrando le ricerche in direzione del mare, attraverso operazioni subacquee, nella speranza che i vandali l'abbiano gettata in acqua senza distruggerla.

Una zona sorvegliata notte e giorno

Ci si chiede come sia possibile che un atto vandalico e sacrilego come questo non sia stato visto da nessuno, dato che la zona è presidiata ininterrottamente dai militari che sorvegliano il Consolato degli Stati Uniti d'America, sicuramente uno tra gli obiettivi più sensibili. La statuadel santo rappresenta indubbiamente una forte icona religiosa e morale, per cui bisognerebbe capire se l'atto vandalico abbia voluto colpire il significato simbolico della statua oppure si tratti di un comune atto vandalico indirizzato al primo obiettivo disponibile in zona.

A Napolinessuno, in particolare la signora Rita, che ha notato la mutilazione, riesce a spiegarselo, anche perchè il lungomare è sempre pieno di fedeli, soprattutto di domenica mattina. Com'è possibile che nessuno abbia notato nulla? San Pio è sicuramente molto amato per cui raramente la statua resta senza nessuno che sia lì a pregare o a rivolgerle un sentito pensiero.Ed un sentito pensiero di solidarietà e vicinanza è quello che si innalza dall'intera città partenopea per la signora Rita, in segno di rispetto per la sua forte ed incrollabile fede, manifestatasi semplicemente ed umilmente nell'apposizione di una statua dal profondo significato morale.