È diventato virale il video in cui viene ritratta una donna alle prese con le forze dell'ordine. È la stessa donna a rivelare la sua identità, spiegando di essere "la madre del consigliere Francesco Emilio Borrelli". Il politico, eletto tra le liste dei Verdi, è famoso nel capoluogo partenopeo per i suoi video-denuncia.

La madre di Borrelli affitta un'abitazione a dei cingalesi, i residenti lamentano cattivo odore

A lamentarsi della condizione dell'abitazione sono stati i residenti della zona, disgustati dal cattivo odore che sarebbe stato avvertito dalla piccola dimora e denunciando una situazione di sovraffollamento al suo interno.

Tuttavia sembrerebbe esser stata la stessa donna a richiamare l'intervento della polizia, sconvolta dalle molestie dei vicini rivolte nei confronti dei cingalesi residenti all'interno. L'evento ha, ovviamente, scatenato la curiosità delle persone che hanno iniziato a riprendere la scena condividendola, successivamente, attraverso i social network. Una di queste registrazioni è salita alla ribalta, creando una bufera sul consigliere regionale, costretto così a dover commentare l'accaduto.

Borrelli: 'Un video per attaccarmi'

Non si è fatta attendere, quindi, la risposta di Borrelli che ha parlato attraverso la sua pagina Facebook, affermando: "Mia madre ha una piccola abitazione che ha dato in affitto a quattro persone di origine cingalese.

Hanno firmato un contratto, registrandolo all’Agenzia delle Entrate, il tutto dopo aver effettuato la diagnosi energetica e indicato i dati delle persone che lo utilizzano. Da tempo però i suoi occupanti sono oggetto di attenzioni. Alcuni personaggi si sono più volte recati sul posto invitando gli inquilini a dare spiegazioni", aggiungendo, poi, che l'abitazione "si trova in vico Solitaria, storica base del clan Elia e più volte alcuni soggetti hanno tentato di cacciare gli inquilini perché volevano impossessarsene".

Secondo il consigliere, dunque, alla base delle particolari attenzioni ci sarebbero, quindi, alcuni interessi da parte di clan camorristici. Tuttavia quest'ultimi, secondo Borrelli, non sarebbero gli unici ad agire contro di lui. Molti cittadini, infatti, sembrerebbero essere sempre più infastiditi dai suoi video con i quale 'denuncia', tramite i social, alcune attività illegali della zona.

La vicenda che vede protagonista la madre, per Borrelli non sarebbe altro che "un vero e proprio agguato" perpetuato nei suoi confronti. Per questo motivo il consigliere comunale conclude il suo post, esponendo la volontà di denunciare le persone protagoniste di quella da lui definita come "un'azione denigratoria".

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!