Beppe Grillo è alle prese con una ribellione all'interno del suo movimento. Potrei ipotizzare che questi parlamentari sono fortunati in fondo, così possono avere la ricca poltrona e i benefit, visto che Grillo vuole chiudere con questa legislatura, organizzandosi con altri lidi più confortevoli.

Sinistri scricchiolii di un movimento amato/odiato da molti. Amato da chi spera in qualcosa, odiato per le inutili, spesso sterili battaglie senza motivo condotte sotto la luce delle 5 stelle.

La bandiera si sta ammainando piano piano, la gente, quella vera si sta accorgendo che è tutto un bluff.

Poche idee e confuse. Fine di un sogno? Questo non deve meravigliare, i personaggi/cittadini di cui si è circondato il Senato e Parlamento eletti con i voti del web sono gente comune con poca esperienza di politica ma anche di vita sociale. Sono magari esperti del copia e incolla sul web ma non hanno niente da proporre di nuovo e soprattutto possono inficiare la battaglia di Grillo alla conquista dell'Italia.

Pare bene ricordare che con le sue parole di voler sfasciare il sistema è solo quello di raggiungere il governo per poi scegliere lui cosa fare. Questo sistema di condurre un partito allontanando chi non segue la linea di partito e non si allinea fa parte del nuovo sistema politico in Italia. Non a caso non fece mai parlare i suoi candidati in TV prima delle elezioni. Si sarebbe scoperto il gioco.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
M5S

Circondarsi di persone piccole così si gestiscono meglio, dando visibilità e soldi (nostri) con un seggio in parlamento ma che valgono uno, cioè solo l'indice che devono usare per votare secondo cosa vuole il Supremo Grillo.

La stessa pratica messa in opera, del resto, da Renzi. Cacciare chi può ostacolarlo e metterci persone di fiducia e di basso profilo. Non mi direte, ad esempio, che Poletti sia adatto a ricoprire un ruolo di Ministro?

Il suo CV parla solo di segreterie di Partito Democratico e Coop e gestione di Coop nazionali, cioè tutta roba di sinistra dove vieni comandato da altri e tu sei solo un gestore di circolo.

Uno solo deve gestire le parole e i fatti. Basta Ballarò e varie trasmissioni. Fateci caso sempre meno politici e sempre più giornalisti nelle trasmissioni. Paura di strali da parte del Capo Fiorentino. La Grillomania sta scemando e anche il nuovo Renzismo stanno dando prova che la democrazia è solo una parola del vocabolario.

Una volta si chiamava fascismo ma ora si chiama il nuovo che avanza.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto