La decisione è una di quelle storiche che lascerà il segno per un passaggio ulteriore nel resto del paese, con 62 voti favorevoli, 14 contrari e 2 astenuti l'Assemblea siciliana ha approvato con il voto finale l'abolizione delle Province, che saranno sostituite da altrettanti consorzi dei comuni, con la possibilità di crearne altri in 6 mesi, i quali prevedono dei vincoli territoriali legati alla popolazione, ma di fatto il lato più importante politicamente è che i consorzi a differenza delle Province avranno meno peso e potere decisionale, questo parrebbe di capire sia il punto focale.

Rivendicazione del M5S che prende il testimone della situazione ricordando che si tratta di un loro cavallo di battaglia, e che appunto l'eliminazione di questo carrozzone pubblico costoso ed inefficiente, sia un vantaggio per la collettività ed un notevole risparmio di soldi, quindi per il Movimento 5 Stelle si tratta di un successo che parte da loro ed è anche grazie a loro che ha trovato sfogo nella realtà politica di questi mesi, in pratica dovremmo ringraziare il M5S di esistere, questo è quanto si legge tra le righe.

Ma tutto questo cambiamento porterà davvero dei vantaggi concreti e soprattutto risparmio dei soldi, se vengono abolite le Province perché costano e sostanzialmente non servono a nulla, almeno questo è quello che molti hanno sempre detto, perché allora istituire qualcosa che le sostituisca, che senso ha tutto questo, se facciamo "i liberi consorzi comunali" e le "città metropolitane", ciò vuol dire che volendo eliminare un costo inutile ne creiamo uno nuovo, ma il vantaggio dov'è?

Non era molto più semplice a questo punto mantenere le province rendendole efficienti ed eliminare eventuali sprechi?

Vista in questa ottica sembra di capire che il risparmio dei soldi sarà poco sempre ammesso che ci sia, mentre le regioni non avranno più il peso delle province ma avranno il peso dei consorzi e delle città metropolitane, solo un cambio nome sembrerebbe, ora ammesso che il personale delle province sia tagliato in misura consistente e questo non venga assunto nelle nuove entità sostitutive tanto quanto in altri carrozzoni pubblici, allora ci sarebbe un risparmio considerevole, dato che i costi di questi enti principalmente sono il personale, se verrà riassorbito dai nuovi enti sostitutivi o in altri dove in ogni caso si pompano sempre soldi pubblici, sarà come non aver fatto nulla, nella migliore delle ipotesi la frase calzante potrebbe essere: "cambiare tutto perché niente cambi" di gattopardiana memoria.



Segui la nostra pagina Facebook!