Il numero delle vittime aumenta ele famiglie piangono i loro cari, tutto inizia intorno alle 21 quando un commando jihadista dell'Isis entra nel L'Holey Artisan Bakery, il locale di Dacca dove è avvenuto l'attacco, nelle mani dei killer un vero arsenale, bombe a mano, kalashnikov, machete, i testimoni hanno detto che le vittime sono state sgozzati con lame affilate, una vera e proprio valvola di sfogo per gli assalitori.

Sono nove le vittime italiane dell'attentato di Dacca, che si trovavano in Bangladesh per lavoro, nella maggior parte imprenditori tessili.La Farnesina informa che i nostri connazionali deceduti nell'attacco terroristico a Dacca sono:Adele Puglisi 54 anni Catanese; Marco Tondat 39 anni di Pordenone; Claudia Maria D'Antona 56 anni di Torino si trovava con il marito che si e salvato riuscendo a fuggire ancora prima dell'assalto; Nadia Benedetti 52 anni di Viterbo; Vincenzo D'Allestro 46 anni di Napoli; Maria Riboli 33 anni di Bergamo; Cristian Rossi manager di un'industria tessile 47 anni Friulano; Claudio Cappelli; Simona Monti 33 anni; titolare dell'azienda di abbigliamento ''Star Internazional'' di Monza.

L'Italia anche stavolta "ha pagato un prezzo troppo alto" per questo eccidio rivendicato dall'Isis, come la strage provocata a Baghdad, loro il Corano lo conoscevano, eppure sono morti per mano degli stessi terroristi che hanno ucciso i nostri connazionali, esattamente la stessa strategia dell'odio fazioso applicato con diverse modalità a migliaia di chilometri di distanza.

Questi mercenari non fanno distinzione tra musulmani e non, tra chi conosce il Corano e chi non lo conosce.Un criminale che urla ''Allah Akbar'' non rende l'islam assassino perché i primi a non conoscere il Corano sono gli stessi terroristi, indaghiamo sulla geopolitica, su come questi mercenari acquistano armi, ci chiediamo su chi li finanzia e chi li ha inventati.

La rabbia e la paura è tanta, ma discutere tra di noi senza capire le vere cause che ci sono dietro, equivale a stare al gioco dei terroristi che ci vogliano divisi, arrabbiati ed impauriti, e mi viene da pensare se il terrorismo sia un problema da risolvere solo da parte dei musulmani.

La Farnesina afferma: tra domani e dopodomaniprevisto il rientro in patria delle salme dei nostri nove italiani uccisi nell'attentato di Dacca.Che riposino in pace tutte le vittime del terrorismo.

Segui la nostra pagina Facebook!