Gli eventi storici di questo secolo sembrano avere stravolto gli equilibri formali del secolo passato.

Pensate a Putin, quanti il secolo scorso avrebbero letto un ex capo del KGB come paladino democratico dei popoli Europei? Per i senza memoria di questo secolo, il KGB era la polizia segreta dell'ex Unione Sovietica, la quale imprigionava, torturava ed uccideva senza regolari processi e tutela di diritti, cancellando memorie, identità ed esistenze dagli archivi di stato in un batter di ciglia. Dunque, l'ex capo del KGB in U.R.S.S. (Unione Repubblicana Socialista Sovietica) è il paladino politico contemporaneo della Democrazia in Europa.

Contro una classe politica di venduti alle multinazionali ed agli finanziari sovranazionali come il FMI (Fondo Monetario Internazionale) o la Banca Mondiale c'è Putin! Contro il Mes (il Fondo Salva stati) e le agenzie di rating c'è ancora lui, Vladimir Putin. L'ex capo del KGB è più desiderabile di una classe politica occidentale, in teoria democratica e nella pratica oligarchica, che ci sta trascinando in un futuro presente sospeso tra "1984" di Orwell e "Fahreneit 451" di Bradbury. Il grande caos della memoria politica della storia, divenuta delicato equilibrio politico presente, non si ferma a Putin ultimo baluardo di Democrazia Occidentale.

Un altro colpo di caos è arrivato in diretta dalle presidenziali U.S.A., dove il miliardario Trump, privo di dichiarazione dei redditi, che osservatori "attenti" definiscono "folle", per investitura popolare elettorale, si eleva a baluardo della libertà e dell'autodeterminazione dei popoli, affronta i democratici venduti alle lobby, i finti pacifisti dall'essenza guerrafondaia che con la guerra sola igiene del mondo tutelavano l'ambiente, le nozze gay e l'aborto.

Qualcosa non torna, giusto qualcosa.

Matteo Renzi si eleva a premier anti sistema ed anti Europeo cercando di cavalcare l'onda del caos privo di memoria in vista del 4 Dicembre. Gli alieni potrebbero venire a liberarci da questo caos? Please, se potete invadeteci, grazie di cuore in anticipo.

Segui la pagina Matteo Renzi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!