Che possa suscitare interesse è lecito, ma finire su tutti i quotidiani nazionali, forse è un po' troppo. Questo articolo tutt'altro vuole che essere fazioso o contro una società, vuole soltanto mettere in evidenza come alcune cose vengano nascoste ed altre puntualmente enfatizzate. Paulo Dybala, calciatore della Juventus, ha spiegato la sua ultima esultanza.

Che il calcio non debba essere preso troppo seriamente, questo è un dato di fatto ed è anche una cosa positiva che, in uno sport sempre più legato al business, abbia ancora questa caratteristica.

Non è l'unico calciatore ad avere 'inventato' un nuovo modo di esultare, il calcio è pur sempre un gioco ed i campioni che scendono in campo hanno tutto il diritto di divertirsi, prima di guadagnare o preoccuparsi di vincere le partite.

A noi poco interessa se l'esultanza dell'attaccante della Juventus sia bella, poco bella o abbia dato fastidio a qualcuno, ma interessa mettere sotto gli occhi di tutti come la reale informazione venga praticamente ignorata dalle principali testate giornalistiche nazionali.

Davvero può un argomento così futile, ma lecito, finire tra le pagine iniziali o addirittura in prima pagina?

La vera maschera è stata messa all'informazione

Il caso più spinoso degli ultimi giorni è la diatriba ‘ndrangheta-Juventus che ha caratterizzato molte discussioni e antipatie verso i principali quotidiani sportivi ed i social, ma non solo, hanno scatenato un putiferio. Certamente il caso agnelli non può davvero passare così inosservato, visto che, ormai, è sotto gli occhi di tutti.

Una società come la Juventus, davvero può avere tutto questo potere sulle redazioni? Davvero può avere tutti questi favori?

La dirigenza juventina è indagata dalla procura sportiva per presunti collegamenti con la mafia, per essersi accordati con la frangia ultras della sua tifoseria per la gestione dei biglietti dei match ed anche per i vari rapporti con la malavita del tifo organizzato calabrese.

Forse il caso ha avuto eccessivo clamore sul web, altre società sono state indagate per molto peggio (esiste davvero un parametro di riferimento per giudicare quale caso sia più importante di un altro?), ma ciò che spaventa è proprio la noncuranza dei diversi telegiornali nazionali (mentre all'estero la questione ha avuto molto clamore), concentrati più sulla maschera di Dybala, piuttosto che sulla maschera messa, forzatamente, all'informazione libera o presunta tale.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!