Tra i protagonisti della crociata antifascista, non solo contro il gestore del tratto di spiaggia di Chioggia, c’è il deputato Emanuele Fiano (Pd), autore della proposta per punire l'apologia del Ventennio anche su internet.

Il nostalgico lido di Chioggia

Sull’insegna all’entrata si legge: “Ingresso su proprietà privata, riservato ai soli clienti. Regole: ordine, pulizia, disciplina”. Alla fine, il gestore del lido Punta Canna, è stato denunciato dopo l’intervento della Digos.

Lo stabilimento di Chioggia che in queste ore ha sollevato molte polemiche, dalle foto apparse sui siti e sui giornali, sembra più un’esposizione di frasi e luoghi comuni che negli anni sono state attribuite – anche erroneamente – al fascismo. Tra i cartelli che il prefetto di Venezia, Carlo Boffi ha fatto rimuovere ci sono motti come “Meglio un giorno da leone che cent’anni da pecora”. Eppure, slogan come questi sono nati in realtà nelle trincee della Prima guerra mondiale e il Fascismo – che da quella tragica ed epica stagione ha trovato parte della sua linfa vitale – lo ha rilanciato per esaltare il coraggio di chi versò il suo sangue per la Patria.

Niente da fare: sembra proprio che il gestore del lido di Chioggia sia diventato il classico mostro da sbattere in prima pagina, pronto per essere letto sotto l'ombrellone.

Abbattete Asmara, città del Fascismo

Eppure, il linciaggio dello stabilimento veneto è arrivato nelle stesse ore in cui l’Unesco ha dichiarato Asmara “patrimonio dell’umanità”. Eh già, proprio così: Asmara, definita “a Modernist City of Africa” soprattutto grazie all’influenza architettonica portata durante il Fascismo, è il primo sito Unesco in Eritrea.

Dal Cinema Impero, all’edificio della Banca d’Italia; dalla Casa del Fascio all’edificio delle Poste e Telegrafi, fino al Campo Cicero: molte delle opere, vera e propria espressione del Razionalismo del ‘900, sono tuttora in piedi e integrate in una città che esprime anche altri stili architettonici.

La crociata di Fiano (Pd)

Chi lo dice ora a Fiano che Asmara, definita la “Piccola Roma del Duce”, è stata definita “patrimonio dell’umanità”?

Attualmente, infatti, il deputato dem è tutto preoccupato a dare la caccia ai fantomatici autori di una propaganda fascista. Oltre alle leggi Scelba e Mancino, dunque, Fiano vorrebbe inserire un vero e proprio reato d’opinione. Altro che proposte per suggerire soluzioni contro la disoccupazione, per favorire un incremento demografico o per incentivare le giovani coppie a creare una famiglia. Molto meglio e forse anche più facile, secondo Fiano, dare la caccia ai “fassisti”: magari facendo prima un salto in Eritrea per radere al suolo Asmara, come l'Eur o il Foro Italico.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto