“Il bello di questa città è l'empatia degli abitanti che, nemmeno per un minuto, mi hanno fatto sentire solo”: ad affermarlo, Davide Tencati, il turista 52enne di Bergamo che nei giorni scorsi, a Palermo, ha molto fatto parlare di sé grazie ad un'intervista, effettuata da un quotidiano locale del capoluogo siciliano, durante la quale ha espresso il suo grande amore per la città, per le sue bellezze e le persone che ha incontrato durante quella che doveva essere una vacanza di pochi giorni, ma che si è rivelato un soggiorno di più di un mese.

Turista (famoso) per caso

“Mi trovavo all'Oratorio di Santa Cita – ha affermato Tencati – e, mentre stavo attendendo di effettuare la visita inserita nel percorso de “Le Vie dei Tesori”, ho incontrato tre giornalisti che mi hanno chiesto quale fosse stata la mia esperienza a Palermo, ignari che io fossi li da più tempo del previsto. Non avrei mai immaginato di diventare così popolare in città e di finire su un giornale locale”.

Un viaggio che si è rivelato un'esperienza incredibile ed imprevedibile quella del funzionario pubblico di Bergamo Davide Tencati che, ignaro dell'impatto mediatico che la sua testimonianza avrebbe potuto avere sugli abitanti palermitani, ha destato la simpatia, l'affetto e la vicinanza di tante persone che, incontrandolo per strada, non hanno resistito a chiedergli di fare una foto insieme.

“Ho visitato oltre settanta monumenti della città e mi sono piaciuti tutti per ragioni diverse – ha affermato Davide Tencati a Blasting News – ora per la struttura, ora per la gentilezza delle guide che me li hanno descritti, etc.”.

Un'esperienza indimenticabile

Un vero e proprio colpo di fulmine, quello di Davide, talmente forte che si potrebbe rivelare una scelta di vita futura: “Mi piacerebbe passare una parte della mia vita a Palermo – ha affermato Tencati – perché amo il sud Italia e, nonostante io provenga dal nord, non amo il freddo, ma il caldo tipico di questa regione.

Ogni città ha le sue peculiarità e le sue bellezze – ha proseguito – sia essa del sud o del nord, ma la solarità, la gentilezza e l'empatia che ho trovato a Palermo sono decisamente al di sopra della media e sono il motivo che mi faranno tornare”.

Dai puttini del Serpotta, al Rifugio antiaereo di piazza Pretoria, fino alle bellezze previste nel percorso de “Le Vie dei Tesori”, l'esperienza di Tencati è stata significativa soprattutto per le persone che ha incontrato: “Andrò via mercoledi 30 o giovedi 31 ottobre, ma ho vissuto questa esperienza circondato da un'atmosfera dolce – ha concluso Tencati – perché mi sono sentito accolto dalla gente quasi fossi membro di una grande famiglia e, seppur io Viaggi sempre da solo, a Palermo, non mi sono mai sentito solo”.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la pagina Viaggi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!