Il leader della Lega Nord e dell’omonimo movimento “Noi conSavini”, Matteo Salvini, non potrà usare Facebook per un po’. Una notiziaspiazzante, se si considera la sua presenza smodata sul popolare socialnetwork. Motivo? L’uso della parola “zingari”. Lo ha detto lui stesso allatrasmissione Omnibus in onda su La7, alla quale stava partecipando stamane. Colsuo inseparabile tablet stava cercando una documentazione che gli ha inviato unutente sulla sua pagina, quando si è accordo del provvedimento: "Facebookmi ha bloccato perché ho messo la parola ‘zingari'” ha fatto sapere.

Ma,perplesso, ragiona anche sul fatto che altri termini siano consideratirazzisti, quali radere al suolo o ruspa. Al contempo però, come riportaFanpage, ha rassicurato i suoi follower che riuscirà comunque a sopravvivere.

Le frasi di ieri

Ieri alcune sue frasi hanno sollevato notevoli polemiche.Alla trasmissione in onda su Canale 5 al mattino, Mattino 5 appunto, haaffermato che se fosse al posto di Alfano e Renzi sfratterebbe i campi rom conun preavviso di sei mesi, radendo al suolo i loro campi. Stessi concettiribaditi poi nel corso di tutta la giornata in altre trasmissioni televisive. Delresto le elezioni regionali si avvicinano e dunque sta moltiplicando la sua giàcospicua presenza tra un programma e l’altro.

Alle prossime amministrative, la Lega sarà alleata con ForzaItalia in Liguria e Veneto, mediante uno scambio di candidati: nel primo casoci sarà Toti (anch’egli nell’occhio del ciclone ma peruna gaffe geografica), nel secondo Luca Zaia.

La risposta alle sue parole

Tra quanti lo hanno criticato per le sue frasi sui Rom, comeIl cardinale Antonio Maria Vegliò, che ha parlato di frasi stupide e simili aquelle rivolte ai musulmani o i migranti.

Mentre la Presidentessa della CameraLaura Boldrini ha etichettato come inquietati le sue parole. Lo scrittore Roberto Saviano,sul suo profilo Facebook, gli ricorda invece che li ci vivono delle persone.

E voi cosa ne pensate? Ritenete giusto il suo blocco? 

Segui la pagina Matteo Salvini
Segui
Segui la pagina Lega
Segui
Segui la pagina Tecnologia
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!