A Guam c’è preoccupazione. In questa isola del Pacifico occidentale dove le temperature sono sempre alte, la paura di un attacco nucleare sta sconvolgendo la vita quotidiana degli abitanti. Circa 168.000 persone potrebbero essere colpite da un missile nucleare nordcoreano. La minaccia di Kim Jong-un è stata chiara: entro il 15 agosto vorrebbe colpire l’isola, che riceve aiuti da Washington ed è la più vicina geograficamente dalla Corea del Nord. L’isola è lontana 3400 chilometri da Pyongyang.

I fedeli cattolici che abitano a Guam si sono riuniti in preghiera questo 13 agosto.

Hanno chiesto per un clima a favore della pace e contro le minacce nucleari della Corea del Nord. La preghiera si è svolta durante il 100° anniversario della Madonna di Fatima.

Molti dei fedeli hanno detto alla stampa di non credere nelle dichiarazioni d Donald Trump né Kim Jong-un, ma la tensione è a un livello senza precedenti. Poche volte si è parlato del lancio di missili contro le istallazioni militari americane a Guam.

A seguito delle minacce di Kim Jong-un, il presidente americano ha detto che gli Stati Uniti reagiranno contro Pyongyang con “fuoco e furia, mai visti prima nel mondo”. A Guam ha sede una base con circa 7000 militari americani.

Segui la nostra pagina Facebook!