Il programma televisivo " DiMartedì" (in onda ogni martedì sera su La7 ndr), ha visto ieri sera l'impeccabile intervento del leader cinque stelle, Luigi Di Maio.

Invitato dal conduttore Floris si è reso protagonista della serata grazie al suo intercalare che oramai lo contraddistingue e alla sua capacità di snocciolare statistiche e dati senza utilizzare paroloni difficilmente comprensibili all'elettore medio. Questi i passaggi chiave, molto apprezzati dal pubblico presente negli studi e sui social network.

Basta politica nelle banche

L'intervista è partita subito col botto: il caso Banca Etruria e le ingerenze politiche della famiglia Boschi all'interno della stessa.

Senza alcuna remore, il leader del movimento ha dichiarato: "Dobbiamo risarcire prima di tutto i risparmiatori che in pochi minuti a causa di un decreto attuato da Renzi hanno perso tutti i loro averi ottenuti con sacrificio". Aggiungendo: "L'unico modo per porre fine a questa situazione è eleggere il nuovo governatore della Banca d'Italia, individuabile da due terzi del Parlamento e non più attraverso queste vecchie dinamiche politiche".

L' Italia invecchia e nessuno fa nulla. La ricetta? La nouvelle cuisine francese

Altro problema che da anni attanaglia il nostro paese è il calo demografico. I cittadini italiani, logorati dalla crisi del 2008 e da scellerate politiche familiari non mettono su famiglia; ed allora il giovane Di Maio qualora diventi primo ministro ha deciso di debellare definitivamente questo "virus" seguendo la filosofia socialista di Jospin, ossia: assegni di educazione destinati ai ragazzi studenti sino alla maggiore età e copertura totale delle spese sanitarie delle mamme in attesa di bebé.

Effettivamente, i numeri non mentono mai e da una decina di anni grazie all'attuazione di queste riforme, la Francia è divenuto il paese europeo con il più alto tasso di natalità.

Scalfari amico dell'elite che danneggia il paese?

Secondo il pentastellato, il fondatore del quotidiano " La Repubblica" voterebbe Silvio Berlusconi e non lui in caso di ballottaggio poiché: " Sta con l'un per cento di una elite fautrice della distruzione della meritocrazia, che ha aumentato le diseguaglianze tra i vari ceti in Italia".

Inoltre ha aggiunto: "Io voglio un governo che non si occupi dei privilegiati ma si preoccupi delle problematiche del restante 99% della popolazione".

Segui la pagina M5S
Segui
Segui la pagina Matteo Renzi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!