Dopo il discorso pronunciato al Quirinale, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha stroncato sul nascere il possibile governo giallo-verde. La proposta per il ministro dell'economia, identificato da M5S e Lega nella figura dell'anti-europeista Paolo Savona, non è stata infatti approvata dal Presidente. Tale decisione è stata presa per paura che, con le sue politiche anti-euro, Savona potesse dar vita a possibili scontri tra Banca d'Italia e Bce e non essere dunque in grado di risanare i debiti pubblici del paese.

Pubblicità
Pubblicità

Tale scelta ha conseguentemente portato il premier incaricato Giuseppe Conte a rimettere il suddetto incarico. Siamo dunque punto e a capo, senza governo ed in piena crisi istituzionale.

#iostoconMattarella: solidarietà tricolore per il Presidente

La decisione del presidente presa riguardo al nascente governo ha creato un vortice mediatico non indifferente. L'Italia si è dunque divisa fra favorevoli e contrari alla decisione presidenziale e l'#iostoconMattarella è spopolato sui social.

Pubblicità

Gli utenti virtuali hanno infatti apprezzato la decisione: il Presidente non ha ceduto alle pressanti imposizioni sul ministro, dimostrando fiducia nella Costituzione del nostro paese e onorando la carica da lui rivestita.

Opinione non condivisa dai leader della coalizione e Fratelli d'Italia che hanno messo in stato d'accusa Mattarella, a loro avviso colpevole di aver abusato dei poteri costituzionali.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Elezioni Politiche

Appoggio internazionale: la speranza tedesca in un governo pro-UE

Oltre che dagli italiani, la scelta del Presidente è stata ampiamente condivisa dal governo tedesco. Il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert, ha difatti rimarcato l'amichevole rapporto d'amicizia che lega i due paesi, dichiarandosi del tutto favorevole alla manovra pro-EU messa in atto da Mattarella. La Germania si dimostra inoltre comprensiva riguardo all'instabilità italiana, rispettando il periodo di crisi nell'attesa, e nella speranza, di un governo stabile di tendenza europeista.

La decisione presidenziale è dunque stata di estrema importanza: l'Europa si è dimostrata solidale e complice, mentre l'Italia ha nuovamente acquisito fiducia a livello internazionale. Nonostante ciò, il nostro paese è però immerso in una vera e propria crisi istituzionale, i cittadini hanno idee divergenti e le proposte elettorali stanno progressivamente perdendo l'appoggio del popolo. A cosa andrà incontro l'Italia, dopo l'ennesimo fallimento?

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto