Domenica 20 maggio si è votato in Valle d'Aosta per scegliere il nuovo Consiglio regionale. Dalle 7:00 alle 22:00, gli elettori sono andati alle urne per il rinnovo. Secondo i primi dati della presidenza della Regione, a mezzogiorno di domenica era andato a votare il 20,9 per cento degli elettori. Anche nelle elezioni del 2013 alle 12:00 aveva votato il 23,5 per cento. In Ollomont si registra la percentuale più alta, con il 36,6 per cento.

La più bassa, invece, è a Issime con il 15,63 per cento.

Lo scrutinio è previsto per lunedì 21 maggio, con un nuovo sistema centralizzato di voti, che è ancora sperimentale. Secondo la nuova normativa, saranno assegnati in maniera proporzionale 35 seggi. Non è previsto il ballottaggio ma sì premio di maggioranza per chi avrà almeno 42 per cento di voti.

Sulla scheda elettorale erano presenti 10 opzioni.

A differenza delle altre elezioni regionali, in Valle d`Aosta il centrodestra si è spaccato in più liste. Hanno corso Area Civica-Stella Alpina-Pour Notre Vallée; Centrodestra Valle d’Aosta; Partito Democratico; Impegno Civico; Union Valdotaine Progressiste; Alpe; Lega Salvini Vallée d’Aoste; Union Valdotaine; Mouv; Movimento 5 Stelle. Sono rimasti fuori dalle elezioni Casa Pound e Potere al Popolo perché non hanno avuto la quantità minima di firme.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto