Il Governo Conte si è insediato da meno di ventiquattro ore ma i Ministri sembrano aver già cominciato nella loro attività quotidiana all'interno dei loro dicasteri. Tra i primi a parlare sicuramente Matteo Salvini e Luigi Di Maio, leader rispettivamente della Lega e del MoVimento 5 Stelle. Uno dei temi più delicati affrontati durante la campagna elettorale da entrambi i movimenti politici è la tanto sofferta legge Fornero che molti italiani vorrebbero vedere modificata. Proprio in queste ore è arrivata la prima proposta dell'ex candidato Presidente del Consiglio pentastellato che ha affermato come si potrebbe sostituire l'attuale legge sul sistema pensionistico proponendo la così detta Quota 100.

Questa proposta non rappresenta una new entry sul palcoscenico politico italiano dato che era già sul tavolo di Damiano, esponente politico del Partito Democratico.

Cos'è quota 100?

Quota 100 descrive molto semplicemente il contenuto del nuovo sistema pensionistico che oggi Luigi Di Maio ha proposto come alternativa alla legge Fornero. Viene chiamato in questo modo perché un lavoratore italiano, nel caso dovesse vigere questo sistema pensionistico, potrebbe andare in pensione nel caso in cui la somma di anni di contributi e di età fosse 100.

Facendo alcuni esempi concreti un lavoratore di 61 anni con 39 anni di contributi potrebbe andare in pensione anticipando di ben sei anni la pensione rispetto al sistema attuale. Alle casse dell'INPS verrebbero perciò a mancare notevoli flussi di cassa. Bisognerà infatti trovare le giuste coperture finanziarie per poter presentare la modifica del sistema pensionistico. Nel progetto previsto da Luigi Di Maio potrebbe esserci potenziale un pensionamento dopo 41 anni di contributi raggiungendolo all'età di 59 anni.

Congiuntamente alla proposta di modifica alla legge Fornero, il neo Ministro del Movimento 5 Stelle ha parlato anche di una probabile modifica del Jobs Act additato di aver portato troppa precarietà nella vita delle persone, la profonda modifica dei centri per l'impiego e l'abolizione degli studi di settore. Tutti temi che comunque accomunano sia Lega sia Movimento 5 Stelle e non dovrebbero creare lamentele nelle basi elettorali dei due differenti movimenti politici.

Per rimanere aggiornato su altre notizie sulle pensioni e sulle possibili nuove leggi e modifiche comincia a seguire il canale Pensioni di Blasting News.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!