Era iniziato tutto con la fuoriuscita dal Movimento Cinque Stelle del deputato Dell'Osso. L'ex esponente grillino, malato di Sla, aveva scelto di lasciare il gruppo "giallo" in Parlamento, dopo essersi visto respingere un proprio emendamento a favore delle persone disabili.

A far discutere è stata la scelta di confluire in Forza Italia. Ma a quanto pare, potrebbe non essere l'unico a fare questa scelta.

Pubblicità
Pubblicità

O meglio, tutto questo secondo Berlusconi. Stando a diverse fonti giornalistiche il Cavaliere si sarebbe detto pronto ad accogliere nel proprio organico parlamentare tutti i pentastellati dissidenti rispetto alle politiche messe in atto dal M5S in coabitazione con la Lega al governo.

E' nel pieno delle facoltà di un parlamentare poter cambiare "bandiera" durante un mandato. Non esiste, infatti, alcun tipo di vincolo di mandato.

Pubblicità

L'idea, però, che diversi grillini possano confluire in Forza Italia viene salutata con un certo sospetto da Luigi Di Maio. Il ministro del Lavoro, infatti, ha scelto di non tenere i toni bassi rispetto a quella che, in molti, hanno definito come "Operazione Scoiattolo".

Il governo con la Lega per Di Maio durerà

L'idea di poter perdere dei parlamentari non sembra comunque spaventare il Movimento Cinque Stelle nell'ottica del governo con la Lega che, nei progetti, è destinato a durare per tutti i cinque anni della legislatura.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
M5S Lega Nord

"La maggioranza -rivela Di Maio - può andare avanti fino a realizzare tutto il contratto di governo".

Inevitabile un riferimento a quanto avvenuto con l'approvazione della manovra senza procedure d'infrazione da parte dell'Unione Europea: "E' una vittoria degli italiani, tutte le promesse sono mantenute".

Accuse dirette verso Silvio Berlusconi

Ospite di Circo Massimo, su Radio Capital, il capo politico del Movimento Cinque Stelle non utilizza giri di parole per definire quella che sarebbe l'opera che il Cavaliere intenderebbe mettere in atto.

Di Maio ha suggerito ai suoi di fingersi interessato alle proposte di Silvio Berlusconi, di registrare i termini della proposta. "Avrete qualche scoop!" ha evidenziato il numero uno del Movimento Cinque Stelle. "Non è un Paese normale - prosegue - quello in cui un leader come Berlusconi sta per comprare parlamentari, una cosa patetica".

Bisognerà capire, a questo punto, quale sarà la reazione del leader di Forza Italia dopo un attacco diretto da parte del leader grillino.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto