La Lega di Matteo Salvini si conferma primo partito italiano, staccando ulteriormente il M5S, sempre attestato al secondo posto. Recupera qualcosa il Pd rispetto alle elezioni del 4 marzo 2018, mentre Forza Italia e Fratelli d’Italia fanno registrare una flessione. Guardando a sinistra, gli ex LeU, insieme ai Verdi, vengono dati oltre il 4%, mentre Potere al Popolo e Più Europa sono al 2%. Sono questi i numeri usciti dagli ultimi sondaggi politici effettuati dall’istituto EMG Acqua e resi noti oggi, 10 gennaio, dalla trasmissione di Rai 3 Agorà. La vittoria dei cosiddetti sovranisti alle prossime elezioni europee, almeno in Italia, sembra dunque scontata.

Sondaggi di Agorà: la Lega non ha rivali, ma il M5S tiene

Anche se viene data in calo dello 0,45% rispetto alla precedente rilevazione, effettuata il 20 dicembre scorso da EMG, la Lega di Matteo Salvini sembra godere ancora di piena salute. Con il 31% delle preferenze ottenute nei sondaggi il Carroccio si conferma prima forza politica italiana. A sembrare in difficoltà, visto che avrebbe perso ben l’1,8% rispetto a meno di un mese fa, è il M5S, Il movimento guidato da Luigi Di Maio ottiene ‘solo’ il 26,1% delle preferenze, perdendo circa il 6% rispetto alle Politiche.

Tuttavia, il calo di consensi fatto registrare dai pentastellati non è una novità nel panorama politico, visto che poi, quando si va a votare, i ‘gialli’ sono riusciti sempre, almeno finora, a ribaltare i pronostici. A conti fatti, comunque, la maggioranza ‘sovranista’ e anti Ue (contro gli attuali governanti europei) si porta a casa un rassicurante 57%.

La risalita del Pd e della sinistra

Se i numeri fatti registrare nei Sondaggi politici da Lega e M5S non stupiscono più di tanto, a sinistra invece qualcosa si muove.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
M5S Lega Nord

Il Pd ad esempio, nonostante il caos interno (le primarie per la segreteria si terranno solo il 3 marzo), arriverebbe a toccare il 19,1%, in calo rispetto alla precedente rilevazione EMG che lo dava al 20,2% (per la verità esagerato ndr), ma in risalita rispetto al 18,5% delle elezioni politiche. Alla sua sinistra l’ammucchiata formata da Verdi, Mdp, Sinistra Italia e altri raggruppamenti minori arriverebbe a toccare la strabiliante cifra del 4,4%.

Potere al Popolo sarebbe al 2% mentre Più Europa di Emma Bonino confermerebbe il suo solito 2%. Il dato conclusivo, poi, fa segnare una fiducia del 43% degli italiani nell'esecutivo gialloverdi, contro il 32% di elettori che esprimono un giudizio negativo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto