Ieri, in Abruzzo, durante la conferenza stampa per la presentazione del candidato del centrodestra Marco Marsilio alla presidenza della Regione, è intervenuto il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi.

E' stata l'occasione anche e soprattutto, del destino e del futuro dell’Italia, dell’Europa e di tutto l’Occidente, puntando l’attenzione sugli obiettivi preminenti che i partiti italiani del centrodestra dovrebbero perseguire per garantire a tutti i popoli dell’Occidente pace, benessere e libertà.

Pubblicità
Pubblicità

Il Cavaliere ha infatti preso la parola e ha dichiarato: “Il centrodestra è il depositario di tutti i valori della nostra civiltà. Noi siamo i depositari dei valori occidentali, come la libertà, la democrazia e la solidarietà, dei valori della cristianità. E la civiltà che oggi siamo riusciti a raggiungere è una civiltà che ci accomuna tutti. E non è una civiltà che è venuta dal nulla, è venuta dalla storia”.

Pubblicità

Silvio Berlusconi: ‘La tradizione giudaico-cristiana ci ha insegnato la supremazia dell’uomo sullo Stato’

L’ex presidente del consiglio ha poi proseguito il suo intervento, approfondendo la questione anche dal punto di vista storico: ”Ha cominciato la Grecia che ha scoperto il valore della libertà, ha scoperto la democrazia e poi Roma che ha scoperto lo stato di diritto e i diritti acquisiti. E poi la tradizione giudaico-cristiana che ci ha insegnato la supremazia dell’uomo sullo Stato e la parità tra gli uomini.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica M5S

E poi tutti i valori occidentali che hanno fatto delle nostre democrazie la regola per cui gli uomini possono vivere meglio insieme. E quindi questo è il centrodestra che è stato per noi il recente passato, il presente e sono sicuro che sarà anche il futuro dell’Italia, dell’Europa, dell’Occidente”.

Il presidente di Forza Italia, da lui fondato nel 1994, ha poi aggiunto: “C’è qualcosa che incombe sul mondo e che noi avvertiamo: il predominio dell’impero cinese che non ha la nostra storia.

Viene da dinastie che hanno governato per secoli. Viene da un periodo terribile: dal comunismo di Mao. Ha messo in campo un capitalismo comunista a partecipazione statale e lo Stato può tutto in ogni singola impresa. È un regime politico dove chi ha il potere, lo esegue su tutto e su tutti. L’impero cinese per economia e per capacità militare può diventare la prima potenza al mondo”.

Berlusconi: ‘Bisogna convincere l’Ue a riprendere in mano il progetto dei Padri fondatori’

L’ex Presidente del Consiglio dei Ministri ha poi concluso il suo intervento, dicendo: ”E allora noi come centrodestra dobbiamo andare in Ue per svegliare quest’Europa che attualmente non conta nulla, che vede gli Stati divisi, che non ha una Politica estera comune, che non ha delle forze armate comuni e che soltanto convincendola a riprendere in mano il progetto dei Padri fondatori dell’Europa potrà ritornare ad essere una potenza mondiale”.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto