Si continua a parlare del divorzio tra la ex ministro Kyenge e il coniuge Domenico Grispino. Inizialmente si è subito pensato a una motivazione Politica, ma poco dopo è arrivata la smentita della coppia che ha dichiarato che la decisione è stata presa l'anno scorso. "Lei mi ha lasciato, io la facevo andare avanti" ha detto il marito ai microfoni della Zanzara, e poi ha aggiunto di essere disoccupato a causa del partito della moglie.

Kyenge, il coniuge accusa il Pd per la mancanza di lavoro

Si torna a parlare dunque della Kyenge e del marito che si è schierato con Salvini, candidandosi addirittura con la Lega alle prossime elezioni comunali di Castelfranco Emilia. Il marito, ai microfoni della Zanzara, si lamenta dell'assenza della moglie: "Io cinque anni qui e non la vedevo quasi mai, stavo con il cane e ora pure senza. Ne prenderò un altro".

Riguardo al tema razzismo, per il quale la Kyenge ha avuto da discutere parecchio con la Lega, il marito lo definisce così: "Queste sono cagate, i razzisti sono dappertutto, anche a sinistra". In particolare ha voluto sottolineare che anche molti neri sono in realtà razzisti con i bianchi: "Vai in Congo e ti chiamano Muzungu". Il marito dell'ex ministra non ci ripensa affatto sulla scelta fatta con la Lega, e spiega che tutta vicenda ha fatto solo molta pubblicità alla moglie.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Pd

"Non ha avuto il coraggio di dirmi nulla in faccia, è stata lei a parlarne pubblicamente...io mai l'ho fatto".

Riguardo all'imbarazzo che questa vicenda ha suscitato il marito ribatte così: "Io ci ho rimesso, da cinque anni non lavoro a causa del Pd... avevo votato uno della Lega". Poi Grispino spiega che la separazione con la Kyenge è stata "senza spargimento di sangue", ovvero non ha chiesto nulla: l'uomo, infatti, poteva chiedere gli alimenti alla moglie poiché disoccupato, invece non ha voluto nulla.

Le parole della Kyenge

"A tutti è garantita la libertà di candidarsi con chi si ritiene più giusto", queste sono state le prime dichiarazioni pubbliche della Kyenge appena si è saputo che il marito si sarebbe candidato con la Lega. Poi ha aggiunto: "Sento il dovere di rispondere ai tanti amici, amiche, ai miei sostenitori e ai giornalisti...ho sentito anche io la sua intervista a Radio24, ribadisco e tutelo la sua scelta di candidarsi con chi vuole".

Non c'è nessuna novità - ha rivelato la eurodeputata - tranne che si sta avvicinando la data dell'udienza per la fine del suo matrimonio.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto