Matteo Salvini prosegue il suo impegno nella campagna elettorale per le elezioni in Sardegna. Il ministro dell'Interno continua ad essere protagonista di autentici bagni di folla che sembrano legittimare i diversi sondaggi che, ad oggi, lo eleggono protagonista assoluto della scena politica italiana. A fronte, però, di tante persone pronte a pendere dalle sue labbra e ad applaudirlo a più non posso, c'è un gruppo di contestatori che non sta in silenzio.

Pubblicità
Pubblicità

Non teme di farsi strada in mezzo alle folle numerose di "salviniani" e non lesina insulti nei confronti del leader della Lega. E' accaduto, ad esempio, a San Gavino Monreale dove è stato lui stesso ad interrompere il suo discorso per provare a capire quali fossero gli improperi che gli stavano arrivando da una parte della folla.

Salvini faccia a faccia con i contestatori

L'esperienza sarda è stata, per Matteo Salvini, l'occasione in cui più volte si è trovato faccia a faccia con chi intendeva contestarlo.

Pubblicità

Solo pochi giorni fa, infatti, è diventato virale un video in cui una ragazza dopo avergli chiesto un selfie gli diceva, senza troppi problemi, il fatto che di lui pensasse fosse una "m**da letale". E non è da meno quanto è accaduto a San Gavino Monreale. Il discorso di Salvini, ad un certo punto, si interrompe in quanto distratto da una voce che gli è arrivata fuori dal coro. Il messaggio è subito chiaro: "Amico mio, la mamma non ti ha insegnato l'educazione?".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Matteo Salvini Lega Nord

A quel punto tutta la piazza prova a capire cosa sia accaduto, considerato che, non per tutti, è stato possibile da subito realizzare cosa fosse accaduto. A mettere, però, le cose in chiaro ci ha pensato lo stesso ministro dell'Interno che ha invitato il suo interlocutore a non essere maleducato. "Se la mamma - prosegue - non ti ha insegnato l'educazione, torna a scuola".

Salvini replica con ironia

Un invito chiaro e deciso, corredato dalla consueta ironia suggellata da una richiesta d'applauso per chi, come il protagonista dell'interruzione, avrebbe l'onere di dover tornare a scuola a studiare educazione civica prima di tornare in piazza.

Salvini, poi, ha mandato un messaggio chiaro a quelle che lui definisce tre persone presenti in piazza che vorrebbero i porti aperti, invitandoli ad aprire le porte di casa loro e a mantenere loro i profughi. Il discorso di Salvini è stato continuamente interrotto da contestatori, ma il ministro non ha perso il sorriso con un singolare invito per una sua contestatrice: "Non agitarti sorella mia, perdi la voce.

Pubblicità

Ti fa male alla gola". Poi si capisce quali siano gli insulti che gli stanno arrivando: "Mi ha detto st***zo? Anche m***a? Permettetemi di sorridere, perché ho la certezza che i sardi voteranno per riprendersi il loro futuro".

Ecco il video integrale diffuso dal profilo Facebook di Salvini:

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto