Matteo Salvini e Roberto Saviano possono tranquillamente essere considerati due che hanno scarsa simpatia l'uno verso l'altro, ed è solo un eufemismo descrivere così i rapporti burrascosi che intercorrono tra il Ministro dell'Interno e l'autore di "Gomorra". Diversi i terreni di scontro tra due personalità particolarmente forti, ma quello riemerso nelle ultime ore è il diverso punto di vista riguardante i migranti. Ancora una volta una nave Ong, la Mare Jonio, non trova alcun porto italiano disposto ad accoglierla, per disposizione di un governo che non intende cambiare la propria linea-guida relativamente alla possibilità di far sbarcare nelle infrastrutture portuali italiane quanti vengono recuperati dalle imbarcazioni delle "non profit" che battono il Mediterraneo alla ricerca di imbarcazioni in difficoltà e trasportanti migranti.

Pubblicità

Saviano definisce Salvini ancora 'ministro della Malavita'

Quello di Roberto Saviano è un tweet particolarmente duro, un attacco diretto a Matteo Salvini, condito dai termini con cui spesso è solito denigrare il leader del Viminale. L'invettiva ha inizio ricordando come il 20 marzo rappresenti la data in cui il Senato provvederà a salvare dal processo colui il quale lo scrittore e giornalista definisce "Ministro della Malavita". Il riferimento è naturalmente all'immunità di cui sarebbe destinato a godere il leader della Lega in merito al caso Diciotti.

Saviano, in merito al caso della Mare Jonio, parla del fatto che in questo momento si sia assistendo all'ennesimo "atto da buffone" (parole sue) sulla pelle dei migranti.

Saviano ringrazia le Ong

Alle parole dure proferite nei confronti di Matteo Salvini, si aggiunge un ulteriore elemento che attesta la diversità di posizioni tra Saviano e il leader della Lega. Per certi versi sembrano quasi provocatori i ringraziamenti che Saviano rivolge alla Ong a cui fa capo la Mare Jonio per aver evitato al morte di 49 persone che rischiavano di essere inghiottite dal mare o di finire, qualora fosse intervenuta la Guardia Costiera libica, nelle prigioni africane.

Pubblicità

La risposta del Ministro è stata particolarmente dura. Salvini ha difeso il fatto che si lavora a favore degli italiani. "Lui - attacca - insulta dandomi del Ministro della Mala Vita e del buffone". Poi c'è anche un passaggio che racconta il fatto che la questione potrebbe avere una coda giudiziari. "Che dite - chiede il leader del Carroccio ai suoi tantissimi followers - oltre al bacione gli regaliamo anche una bella querela?". Lo smile sorridente chiude un intervento seguito da migliaia di commenti che lo invitano a non mollare e non lesinano insulti nei confronti di Saviano.

Ecco il post: