Teresa Bellanova, nuovo Ministro per le Politiche Agricole per il governo Conte bis, è al centro delle polemiche e le attenzioni degli haters che in queste ultime ore si sono scatenati con la tastiera. L'argomento delle critiche è il suo titolo di studio: il Ministro non è andata oltre le scuole medie.

Pioggia di critiche e commenti sessisti per il Ministro Bellanova: non è laureata

I leoni da tastiera hanno preso spunto dalla laurea mancante e l'abbigliamento che la donna ha scelto di indossare il giorno del giuramento, per scrivere commenti polemici sui social web.

Anche nel mondo politico sono state sollevate delle opinioni tutt'altro che piacevoli. Daniele Capezzone, ex parlamentare di Forza Italia (senza laurea e con la maturità classica di un costoso collegio al centro di Roma) ha espresso il suo parere personale sul nuovo Ministro, tirando in ballo su Twitter il Carnevale. Il sindaco di Locorotondo, Tommaso Scatigna, in riferimento all'abbigliamento della donna, ha postato su Facebook "immagina di incontrarla di notte".

Commenti sessisti ed insulti si sono moltiplicati sul web, probabilmente da parte di chi non conosce l'esperienza che la Bellanova ha accumulato nel corso della sua vita e della sua carriera.

L'esperienza della Bellanova ha fatto sì che diventasse Ministro

La Bellanova ha solo la terza media, perché da adolescente ha lavorato come bracciante agricola, non avendo una famiglia benestante alle spalle.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica M5S

Nel contesto in cui lavorava ha maturato una forte passione per i diritti dei lavoratori, schierandosi contro il caporalato e diventando, a 20 anni, coordinatrice regionale delle donne Federbraccianti.

La sua carriera all'interno della CGIL è avanzata fino alla segreteria nazionale della Filtea. Successivamente ha intrapreso la strada della Politica, con i Ds, l'Ulivo e il PD diventando viceministro allo Sviluppo Economia nei governi Renzi e Gentiloni.

Molti si sono schierati a favore del Ministro Teresa Bellanova, come ad esempio Aurelio Mancuso, presidente di Equality Italia, che ha attaccato pesantemente Capezzone. Anche il segretario del PD, Zingaretti è intervenuto contrastando le polemiche e le critiche sollevate sui social, esprimendo tutto il suo appoggio alla Bellanova. Per Matteo Renzi, chi ha usato l'aspetto fisico o la terza media per descrivere il nuovo Ministro, non è degno di considerazione.

Laura Boldrini ha commentato che l'aspetto esteriore è spesso oggetto di discussione per chi non ha nessun argomento. A dire la sua è intervenuta anche Jole Santelli difendendo la Bellanova dagli attacchi sterili ricevuti, anche se ha sottolineato che questo governo non è di suo gradimento. In ogni caso, per il fronte di Forza Italia, un Ministro va criticato, eventualmente, per il suo operato, non per motivazioni futili che non hanno nulla a che vedere con la politica.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto