"Le Tasse bisogna abbassarle. Abbiamo fatto un grande lavoro evitando l'aumento dell'Iva. Questo è un Paese in cui le tasse sono troppo alte", lo ha dichiarato, ospite di Dritto e Rovescio su Rete 4 giovedì 12 dicembre, l'ex Presidente del Consiglio Matteo Renzi che si è detto pronto ad avviare una nuova battaglia contro la sugar e la plastic tax.

Come ormai noto, in Commissione Bilancio al Senato è stato dato il via libera alla nuova tassa sulla plastica, seppur con qualche modifica e all'emendamento che prevede uno slittamento della tassa sulle bevande con zuccheri aggiunti.

Inoltre, in Senato è stato approvato anche l'emendamento che prevede la nuova tassa sulle auto aziendali. Le nuove tasse introdotte nella Legge di Bilancio entreranno in vigore a partire dal 2020.

A partire da ottobre 2020 scatterà la sugar tax

Tuttavia, stando agli emendamenti approvati in Commissione Bilancio al Senato, la plastic tax, applicata sui prodotti monouso in plastica, scende a 45 centesimi. L'emendamento, infatti, prevede l'introduzione della plastic tax includendo anche il tetrapak, allo scopo di contrastare la produzione dei rifiuti per la salvaguardia dell'ambiente.

A partire da ottobre 2020, invece, sarà la volta della sugar tax, la tassa da 10 centesimi al litro che verrà applicata alle bevande analcoliche con zuccheri aggiunti. Tuttavia, grazie ad un emendamento, la partenza è slittata ad ottobre; cosa che comporterà un gettito minore di 175,3 miliardi di euro.

Inoltre, si parla anche della nuova tassa sulle auto aziendali, la cui partenza è prevista per il prossimo luglio.

Si tratta di una tassa per le auto di nuova immatricolazione: il fringe benefit scenderà al 25% per le auto con meno inquinanti e potrebbe salire fino al 60% per le auto più inquinanti.

Tra le novità della Legge di Bilancio, anche la nuova tassa sulla fortuna che prevede un aumento fino al 20% del prelievo sulle vincite superiori ai 500 euro, che dovrebbe partire dalla prossima primavera mentre per le vincite delle new slot superiori ai 200 euro, la tassa salirà fino al 20% già dal 15 gennaio.

Tuttavia, la cosiddetta tassa sulla fortuna potrebbe essere utilizzata per coprire le spese derivanti dalla revisione della tassa sulla plastica e delle bevande zuccherate. Infine, sale anche l'addizionale Ires per i concessionari di porti, aeroporti, autostrade e ferrovie. La cosiddetta robin tax subirà un aumento fino al 3,5% e verrà applicata per un triennio.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Renzi pronto alla battaglia contro le nuove tasse

Intanto, stando a quanto riporta l'agenzia di stampa Adnkronos, l'ex Premier Matteo Renzi si sarebbe dimostrato contrario alle nuove tasse imposte dalla finanziaria e avrebbe annunciato una nuova battaglia da avviare a partire dal 2020. "Se metti le tasse per fare cassa stai distruggendo il settore della plastica, ha spiegato il senatore di Italia Viva.

Segui la nostra pagina Facebook!