La nave Ocean Viking delle Ong francesi Medici senza frontiere e Sos Méditerranée ha ottenuto l’assegnazione di un porto sicuro da parte del governo italiano. I membri dell’equipaggio potranno sbarcare a Taranto insieme ai 403 migranti raccolti in mare negli scorsi giorni, al largo delle coste libiche. Dalla Ocean Viking, presente al momento nel Mediterraneo insieme ad altre imbarcazioni umanitarie come la Alan Kurdi e la Open Arms, era partita nel primo pomeriggio di sabato scorso una richiesta di assegnazione di un porto sicuro.

L’attesa è durata tre giorni, uno in meno di quanti, secondo Matteo Salvini, lui abbia fatto attendere i 131 migranti a bordo della nave Gregoretti nel luglio 2019. Il leader della Lega, però, ora rischia il processo, mentre in questo caso nessuno a suo dire ha protestato. Per questo motivo, ospite di Nicola Porro a Quarta Repubblica ieri sera, Salvini, prima ancora della concessione del porto di Taranto alla Ocean Viking, ha anticipato l’intenzione di denunciare i membri del governo responsabili.

Salvini a Quarta Repubblica sui casi Gregoretti e Ocean Viking

Giunto quasi alla fine della sua lunga intervista, rilasciata negli studi di Quarta Repubblica, prima di parlare della Ocean Viking, Matteo Salvini si sente chiedere dal conduttore Nicola Porro se tema il processo per il caso Gregoretti, visto che l’avvocato e collega di partito, Giulia Bongiorno, lo avrebbe avvertito di “stare attento a fare il fenomeno”.

Salvini ribatte prontamente confermando di non temere assolutamente il processo. Sul consiglio della Bongiorno poi, “mi ha detto che i processi in Italia sai quando cominciano e non sai come finiscono. Però - il leader leghista sfida i suoi avversari politici - siccome sono di sentirmi additare come crimine quello che secondo me è stato un mio dovere, perché gli italiani che mi hanno votato e pagato lo stipendio lo hanno fatto anche per combattere i trafficanti di esseri umani, voglio andare davanti a un giudice che mi dica: ‘Tu che hai ridotto gli sbarchi e i morti sei una brava persona, come penso, oppure un criminale’.

Così almeno quelli del Pd la smettono di rompere le scatole”.

Ocean Viking ha richiesto porto sicuro da sabato scorso

La discussione sul caso Gregoretti viene interrotta dal collegamento con il porto siciliano di Pozzallo, dal quale un’inviata di Porro riferisce che dalla Ocean Viking sarebbe partita una richiesta di assegnazione di un porto sicuro, ma che dal Viminale, guidato dal Ministro Luciana Lamorgese, non sarebbe arrivata alcuna risposta (che arriverà circa 12 ore dopo ndr) e che sarebbero anche in corso trattative a livello europeo per la redistribuzione dei migranti. “Adesso li denuncio anche io per sequestro di persona - sbotta allo Salvini - non ho capito, se li blocco io sono un criminale, se li bloccano loro invece no?”.

Ocean Viking, Salvini: ‘Sbarchi aumentati del 500% a gennaio’

La giornalista aggiunge poi un particolare: “La Ocean Viking ha chiesto un porto sicuro sabato intorno alle 13:00, sono già passati tre giorni”. Notizia che fa letteralmente esplodere Matteo Salvini. “Ecco, io per quattro giorni sono un criminale, questi per tre giorni cosa fanno? Sono al carnevale di Viareggio? - si sfoga il leader della Lega - Sottolineo con tono pacato che a gennaio 2020, rispetto a gennaio 2019, e non è ancora finito il mese, gli sbarchi si sono quintuplicati: più 500%. Gli unici che festeggiano sono gli scafisti e i trafficanti di esseri umani che con quei viaggi, che costano alcune migliaia di dollari, comprano armi e droga.

Chi permette questi sbarchi non è buono e generoso, è complice. E io non voglio esserlo. Con me gli sbrachi si sono ridotti del 90%. Però ripeto - conclude - io per aver bloccato uno sbarco per quattro giorni di 131 immigrati vado a processo come criminale e sequestratore di esseri umani. Questi che sono in mezzo al mare da tre giorni, non in 131 ma in 400, è tutto normale. Ecco, se vado a processo mi porto dietro un po’ di gente”.

Segui la nostra pagina Facebook!