Sta facendo sempre più notizia il Coronavirus in Italia, stando agli ultimi aggiornamenti, il bilancio dei contagiati dal Coronavirus Covid-19 sarebbe di oltre 150 persone, mentre qualche ora fa è stata confermata la notizia sul terzo morto.

Questa sera a Non è l'Arena, programma di La7 condotto da Massimo Giletti, sono intervenuti sul tema prima Matteo Salvini e poi il Premier Giuseppe Conte. Il leader della Lega ha mandato una stoccata a Conte per aver sottovalutato l'emergenza del coronavirus in Italia, ma il Premier ha risposto in assoluta tranquillità.

Matteo Salvini su coronavirus: 'Conte non può essere sorpreso'

"Non è possibile avere un presidente del Consiglio che fino a tre giorni fa ci diceva che la situazione è sotto controllo, e ancora oggi, intervenendo su Rai1, si dicesse sorpreso dell'aumento dei contagi" ha tuonato il leghista. Secondo Salvini, "c'è qualcosa che non funziona, il passante che passeggia per Roma può dirsi sorpreso da che cosa sta succedendo, il Presidente del Consiglio che tutela la salute pubblica degli italiani non può essere sorpreso dal fatto che sia arrivato anche in Italia un virus di cui denunciavamo la pericolosità da settimane e settimane.

Non sei pagato per essere sorpreso - attacca ancora Salvini - sei pagato per risolvere i problemi".

Conte: 'Gli ho mandato un messaggio ma non ho avuto risposta'

Poco dopo è stato il turno del Premier Giuseppe Conte, che prima di rispondere alle accuse di Salvini, ha voluto rassicurare gli italiani sull'emergenza Coronavirus: "Sono il primo responsabile delle azioni di governo, quindi è giusto che sia qui a spiegare che cosa stiamo facendo, le misure che abbiamo adottato.

Ieri c'è stato sicuramente un decreto legge che ha innalzato la soglia già alta del nostro rigore. È il momento in cui dobbiamo comunicare alla popolazione quello che sta succedendo. Io ho sempre detto dall'inizio che avremmo adottato una linea di massima trasparenza oltre che di massima cautela".

A quel punto, Giletti ha chiesto a Conte di rispondere a Salvini, e il premier si è detto dispiaciuto della reazione di Matteo Salvini.

Queste le sue parole: "Ho detto fin dall'inizio che non ci può essere differenza di colore politico su un'emergenza nazionale. Ieri, durante il Consiglio dei Ministri, ho interrotto i lavori per informare anche le forze di opposizione, ho parlato con Giorgia Meloni e l'ho aggiornata sulle misure che stavamo adottando'?". Conte, a quel punto, ha detto: "L'unico leader che non sono riuscito a raggiungere dell'opposizione è Matteo Salvini, l'ho chiamato ieri su tutti i cellulari che avevo, gli ho mandato un messaggio ma non ho avuto risposta". Infine, incalza Conte: "Se avesse avuto la bontà di rispondermi, gli avrei spiegato come e perché misure più severe non erano perseguibili e sostenibili.

Le misure devono essere sempre adeguate e proporzionate". Giletti rimane sorpreso dalla notizia e alla richiesta di far vedere i messaggi su Whatsapp, Conte glissa dicendo di fidarsi del Presidente del Consiglio.

Segui la nostra pagina Facebook!