L’emergenza Coronavirus è stato ovviamente l’argomento principale anche della puntata de L’aria che tira andata in onda giovedì 12 marzo. Ospiti, in rigoroso collegamento video, della conduttrice Myrta Merlino sono stati, tra gli altri, Raffaele Bruno, Direttore del reparto Malattie Infettive dell’ospedale di Pavia, e Luigi Marattin, deputato di Italia Viva, il partito fondato da Matteo Renzi. Il Professor Bruno, in prima linea nella lotta alla diffusione del coronavirus e responsabile dell’ospedale lombardo dove è ancora ricoverato Mattia, il cosiddetto ‘paziente 1’, ad un certo punto ha perso la pazienza, cominciando a criticare aspramente l’intera classe Politica che, a suo dire, parla a sproposito di cose che non conosce.

La replica fuori campo di Marattin non ha fatto altro che amplificare l’ira del Professore che, a quel punto, ha invitato il renziano a starsene zitto e recarsi in un reparto di ospedale a dare una mano.

Raffaele Bruno attacca i politici sul coronavirus: ‘Dovrebbero stare tutti quanti zitti’

Durante la puntata de L’aria che tira del 12 marzo, ad un certo punto Myrta Merlino lancia il collegamento con il Professor Raffaele Bruno. La conduttrice loda innanzitutto la classe medica, impegnata fino allo sfinimento in questo periodo per cercare di arginare al diffusione del coronavirus in Italia e per curare le migliaia di malati di Covid-19.

La giornalista, con evidente sollievo, ricorda la notizia che il ‘paziente 1’, dopo quasi tre settimane di intubazione, ha finalmente aperto gli occhi, riuscendo a pronunciare anche qualche parola. Ma la domanda della Merlino sulle condizioni di Mattia cade nel vuoto. Bruno, infatti, parte subito in quarta contro gli esponenti politici che in televisione “ancora parlano di queste cose”, mentre invece “dovrebbero stare tutti quanti zitti” e convincere le persone a non uscire di casa.

Marattin risponde a Bruno: ‘Io non sto zitto’

Probabilmente il Professor Bruno è rimasto colpito dall’intervento, avvenuto appena pochi minuti prima, di Luigi Marattin, il quale ha negato che i suddetti politici negli ultimi anni abbiano “tagliato 37 miliardi alla Sanità”. Ma la chiosa fuoricampo del deputato renziano, il quale risponde “io no, io no” all’invito del Professore a ‘chiudere la bocca’, scatena ancor di più, se possibile, il risentimento del medico.

L’appunto che Bruno fa alla classe politica è quello di continuare a “fare riunioni” e di dire di non avere tempo per fare videoconferenze, mentre le persone colpite da coronavirus continuano a perdere la vita. “Venissero due minuti qua in reparto a vedere quello che sta succedendo”, sbotta il Direttore della sezione Malattie Infettive dell’ospedale di Pavia.

Lo scontro tra il deputato renziano e il Professore: ‘Non dovevo collegarmi’, ‘Bravo’

Marattin, a quel punto, prova a difendersi, visto che era stato proprio lui ad avvertire la Merlino di avere poco tempo per stare in collegamento. “Posso dire una cosa?”, sussurra il fedelissimo di Matteo Renzi, subito però travolto dall’ira di Bruno.

“Devi stare zitto - ripete tre volte il Professore - vieni in reparto ad aiutare, ad aiutarmi, invece di stare in video conferenza col Ministero”. Ma Marattin insiste, ansioso di far valere le sue ragioni. Myrta Merlino però lo interrompe affermando che, per lei, in questo momento di emergenza coronavirus, le polemiche sono “inutili”. Il renziano, indomito, pretende la parola ammettendo di aver sbagliato a collegarsi e meritandosi un ironico “bravo” dal medico.

Segui la nostra pagina Facebook!