Dalle 21 di giovedì 25 ottobre alle 21 di venerdì 26 sono previste ben 24 ore di sciopero del trasporto pubblico, che minacciano di generare disservizi e non pochi problemi a tutti i viaggiatori che giungono a Roma e soprattutto ai pendolari che ogni giorno si spostano usando i mezzi pubblici. Nella capitale, all'interno del perimetro comunale, sono comunque garantite le fasce di garanzia ovvero dall'apertura alle 8 e 30 del mattino e dalle 17 alle 20.

Durante questi orari, però, è probabile che vi siano disservizi anche all'interno delle stazioni e che non funzionino ascensori, scale mobili e biglietterie. Dunque, è consigliabile munirsi di biglietto già da oggi per evitare di restare totalmente in balia dello sciopero. Il discorso, invece, è leggermente diverso per gli altri mezzi che collegano il comune di Roma con i comuni limitrofi e non e con le altre regioni confinanti.

I treni regionali di Trenitalia, infatti, garantiranno fasce orarie diverse rispetto a quelle previste a Roma centro: dalle 6 alle 9 del mattino e dalle 18 alle 21 della sera. Questi orari dovrebbero, tuttavia, riuscire a tutelare i pendolari che si spostano in giornata. Restano invariati i collegamenti tra la stazione di Roma Termini e l'aeroporto di Fiumicino che dovrebbero essere garantiti durante tutta la giornata anche con navette sostitutive.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Pubblica Amministrazione

Quali sono le compagnie che aderiscono allo sciopero?

Ad aderire allo sciopero generale indetto dai sindacati sono moltissime compagnie di trasporto su tutto il territorio nazionale che minacciano di provocare una vera e propria paralisi lungo tutta la penisola e nelle principali città italiane. In particolare, a Roma incroceranno le braccia i lavoratori di Cotral, Atac e Roma Tpl, che gestisce le linee periferiche.

Le Frecce di Trenitalia e Italo, che collegano la capitale con le principali città italiane, garantiranno un servizio comunque minimo, preservando dallo sciopero le fasce orarie garantite per legge ovvero la mattina e la sera, come nel caso dei treni regionali. In ogni caso, per i treni a lunga percorrenza sono stati pubblicati alcuni elenchi che specificano, sia per quanto riguarda le Frecce che per Italo, quali sono le corse garantite anche durante le ore di sciopero.

Nulla vieta che comunque durante questa giornata di agitazione possano verificarsi ulteriori disservizi in corso d'opera non attualmente prevedibili.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto