Diversi sono i prodotti alimentari famosissimi al mondo di cui non si conoscono gli ingredienti, tra questi c'è sicuramente la conosciuta crema spalmabile italiana. In questi giorni un'immagine che ne mostra il contenuto sta facendo il giro del web, creando clamore e polemiche. E' il Daily Mail, famoso giornale britannico, a gridare allo scandalo. Dure critiche, infatti, arrivano dalla testata giornalistica con un articolo pubblicato il 7 giugno in cui si denuncia l'uso massiccio da parte della Ferrero di olio di palma che, secondo il quotidiano, è classificato come potenzialmente cancerogeno dalla European Food Safety Authority.

Gli ingredienti della Nutella mostrati nella foto

E' diventata virale sui social l'immagine di un barattolo della famosa crema alle nocciole tanto amata in Italia e all'estero. La foto mostra la nutella a strati, divisa per ingredienti. Metà del barattolo sarebbe costituita da zucchero e ciò, per il Daily Mail, avrebbe già scioccato molti. L'azienda non ha confermato la veridicità della foto, ma elenca lo zucchero come suo primo ingrediente e ciò significa che rappresenta la più grande quantità tra gli ingredienti. Secondo l'etichetta il vaso contiene 400 grammi di zucchero, quindi tre cucchiai ne conterrebbero 45 grammi. Il secondo ingrediente, presente in notevole quantità, scrive il Daily, sarebbe il tanto discusso olio di palma potenzialmente cancerogeno.

La società si difende affermando che la Nutella contiene olio di palma sano e sicuro. Il restante contenuto del barattolo è poi costituito da cacao, latte scremato e in polvere e nocciole. Risulterebbe, quindi, enorme la sproporzione tra zucchero e olio di palma rispetto al cacao e alle nocciole, che dovrebbero essere gli ingredienti principali.

Intanto Bruxelles dà ragione alla Nutella

Nei giorni scorsi la Corte di Appello di Bruxelles ha dato ragione alla Ferrero nella battaglia contro l'uso di olio di palma che la società belga Delhaize portava avanti.

L'azienda belga sponsorizzava il suo prodotto come migliore perché non contenente olio di palma. Secondo la Corte la società belga avrebbe reso dichiarazioni illegali perché non è dimostrabile, verificabile che l'olio sia nocivo. La Ferrero aveva accusato la Delhaize di campagna pubblicitaria ingannevole e menzognera, perché sostituire l'olio di palma con altro prodotto non significa che questo sia migliore e inoltre è illegale affermare che un prodotto senza olio di palma sia migliore per la salute e l'ambiente.