Al di là dei risultati sportivi di questa XXIIesima edizione dei Giochi Olimpici invernali di Sochi 2014, il tanto atteso evento ha già segnato due record: l'altissima preoccupazione dei servizi segreti russi e americani per probabili attacchi terroristici e l'aspra polemica con il governo Putin per le sue ferme prese di posizione contro i gay, Dal punto di vista della sicurezza sono state adottate misure massicce, soprattutto negli aeroporti internazionali da e verso la Russia. Secondo le informazioni dell'intelligence americana i terroristi potrebbero utilizzare spray, liquidi o gel per introdurre sugli aerei materiale esplosivo per attentati suicidi e pertanto il Dipartimento Usa per la sicurezza ha allertato le compagnie aeree, sia nazionali che straniere a prestare la massima attenzione sui controlli dei bagagli per evitare che tali sostanze vengano introdotte a bordo dei velivoli.

Due navi da guerra con la bandiera a stelle e strisce incrociano nelle acque del Mar Nero. A bordo 500 marine pronti ad intervenire per evacuare gli americani presenti a Sochi in caso di attentati terroristici.

Sull'altro versante invece, quello sulla discriminazione del governo russo verso la comunità gay, il piano polemico è piuttosto acceso: alcuni Capi di Stato, insieme alle loro delegazioni, hanno deciso di non partecipare per manifestare contro questa politica discriminatoria e persino Google, il gigante della informazione mondiale, si presenta ai suoi utenti con un doodle dedicato alla comunità omosessuale: un rettangolo diviso in settori con i colori dell'arcobaleno (simbolo del movimento per i diritti dei gay,) all'interno dei quali è raffigurato un atleta degli sport invernali.

Gli USA dal canto loro in questa XXIIesima edizione dei Giochi Olimpici invernali di Sochi 2014 si sono presentati con una delegazione di atleti, uomini e donne, dichiaratamente omosessuali

Diversa la posizione del presidente del Consiglio Enrico Letta che ha deciso di presenziare a Sochi per la cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici, in una dichiarazione rilasciata al Corriere della Sera ha affermato che la presenza dell'Italia sta a testimoniare l'impegno e il ruolo che la nostra Nazione svolge nella Comunità per affermare il principio di rispetto.

Questo all'inaugurazione dei XXIIesimi Giochi Olimpici invernali di Sochi ora però non ci resta che aspettare la data del 22 febbraio per vedere i risultati prettamente sportivi di questa manifestazione internazionale nella speranza che tutto si svolga pacificamente e che l'attenzione della Russia si mostri più tollerante verso la comunità omosessuale e...

che vinca il migliore

Segui la nostra pagina Facebook!