Nell’anno dell’addio di Kobe Bryant al Basket giocato, la sfida tra Lakers e Cavaliers, e quindi tra Kobe e Lebron ha assunto i contorni del “cosa sarebbe successo se?...”. I due si sono sfidati sul parquet, sono stati All Star contro (e lo saranno per l’ultima volta questo week-end), ma non si sono mai sfidati in finale. L’ultimo miglior Bryant e gli ultimi migliori Lakers non hanno coinciso con i momenti migliori e vincenti di “the Choosen One” così, mercoledì notte, la sfida tra i due ha assunto i contorni di qualcosa che abbiamo solo potuto immaginare.

Ma del resto, nella logica di un passaggio di testimone, e a fronte comunque di ciò che è stato e ciò che ci aspetterà, che importa? Si gioca a basket e questo sport, come tanti, è fatto di sliding doors dove non sempre chi passa incontra chi dovrebbe o vorrebbe. A Cleveland si impone la Banda LeBron con 29 punti, 7 rimbalzi e 11 assist di James 15+13 di Thompson e 35 di Irving. Per i Lakers 17 di Bryant, 28 di Williams e 22 di Clarkson per il 120-111 finale a favore dei Cavs.

I Kings tornano a vincere, i Bulls affondano

Tornano alla vittoria i Sacramento Kings, ma riescono in una prestazione opaca pur contro il fanalino di coda della lega i Philadelphia 76ers (114-110). Per Marco Belinelli un contributo da 6 punti. Vincono anche i Denver Nuggets di Danilo Gallinari (15 punti per lui e una buona prestazione difensiva) 103-92 contro i Pistons, mentre sprofondano i Chicago Bulls che, nonostante la doppia doppia di Gasol,perdono in casa contro gli Hawks 90-113 e incassano la quarta sconfitta consecutiva, la tredicesima in diciotto gare.I Warriors chiudono nel secondo quarto la pratica con i Suns (112-104), San Antonio, guidata da Leonard rimonta una partita che sembrava vinta in partenza contro i Magic (96-98), ma che ha visto gli Spurs andare a -14.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Basket

Isaiah Thomas vince la sfida tra playmaker contro CP3

Thomas vince 36-35 contro Paul nella sfida che ha visto i Celtic vincere all’overtime contro i Clippers per 139 a 134. Entrambi i play hanno raggiunto la doppia doppia (11 assist per Thomas e 13 per Paul) ma il più decisivo è stato quello di Boston, autore del jumper che ha portato le squadre al supplementare.Gli altri risultati della notte: Blazers- Rockets 116-113, Pelicans- Jazz 100-96, Timberwolves- Raptors 117-112, Nets- Grizzlies 90-109 (Bargnani non è entrato in campo), Pacers- Hornets 95-117.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto