Mercoledì 18 maggio toccherà a Modena ospitare il villaggio di partenza del Giro d’Italia 2016: scatterà infatti dall’Emilia l’11° tappa della Corsa Rosa, che dopo la - complicata - giornata di Sestola porterà la Carovana fino al Veneto e ad Asolo, in una tappa con un finale tutto da scoprire (dove si preannunciano sorprese). La Modena-Asolo partirà alle 11.45, ma già dalle 9.30 gli appassionati di Ciclismo avranno pane per i loro denti e immagini per le loro fotocamere (o autografi per i loro taccuini) visto che proprio a quell’ora aprirà il Villaggio Rosa in piazza Roma.

Lì i “girini” arriveranno alla spicciolata per la cerimonia del foglio di firma, e proprio in quell’occasione si lasceranno avvolgere dall’abbraccio affettuoso del pubblico; questo comporterà anche alcune modifiche alla viabilità “tradizionale”.

Come cambia la viabilitàa Modena per il Giro?

Come si legge anche sul sito del Comune, le tangenziali resteranno aperte a eccezione dell’uscita 6, l’unica chiusa.

In centro città i divieti scatteranno già martedì 17 maggio, per consentire l’allestimento del Villaggio di partenza: dalle 14 sarà vietata la sosta davanti al PalaMolza, un divieto che persisterà fino alle 18 di mercoledì, e lo stesso varrà per corso Canalgrande, Vittorio Emanuele, via 3 febbraio, piazzale San Domenico, via Belle Arti e via Caduti in Guerra, oltre a San Giovanni del Cantone.

Modena-Asolo: sarà imboscata?

Nel complesso, insomma, le ripercussioni del Giro d’Italia 2016 sul traffico di Modena il 18 maggio saranno limitate, ma sarà comunque una grande festa.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ciclismo

Da lì si partità alla volta del veneto con una tappa lunga e decisamente particolare, come avevamo già visto. Se i primi 200 km sono praticamente tutti pianeggianti, infatti, le salite degli ultimi 20 promettono di fare selezione: molto probabilmente taglieranno fuori i velocisti “puri”, ma chissà che non arrivi qualche big a provare a fare la corsa dura per mettere alla frusta gli avversari. Su un percorso come quello della Modena-Asolo, c’è spazio per inventare qualcosa e guadagnare dei secondi davvero preziosi in chiave maglia rosa.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto