Ultima settimana dei XXXI Giochi Olimpici di Rio de Janeiro che si chiuderanno domenica 21 agosto. Nell’undicesima giornata di gare ben venticinque i titoli in palio. Prime medaglie nel tennis tavolo e nel nuoto sincronizzato. Si chiude il programma del ciclismo su pista e del sollevamento pesi.

Ecco i venticinque titoli in palio martedì 16 agosto

Prosegue il denso programma dell’atletica leggera che nella giornata di martedì 16 agosto prevede altri cinque titoli in palio: salto triplo, salto in alto e 110 ostacoli per gli uomini, lancio del disco e 1500 metri per le donne.

Dopo le prove di slalom, ecco le finali di canoa/kayak in acque libere con quattro titoli olimpici da assegnare: K1 1000 metri e C1 1000 metri maschile, K2 500 metri e K1 200 metri femminile.

Si conclude il programma del ciclismo su pista con le finali dell’omnium e dello sprint per le donne e del keirin uomini. Nella ginnastica artistica tre le medaglie d’oro da assegnare: parallele simmetriche e sbarra uomini e corpo libero donne. Nel nuoto di fondo dopo la prova femminile tocca agli uomini nella maratona 10 km. Primo titolo nel nuoto sincronizzato con la finale a coppie.

Il programma della lotta prosegue assegnando altre due medaglie d’oro nelle categorie 66 kg e 98 kg, nel pugilato è la volta dei pesi leggeri, mentre il sollevamento pesi conclude il programma olimpico con la categoria +105 kg.

Prima finale del tennis tavolo con il doppio femminile. Dal trampolino 3 metri si sfideranno per l’oro gli uomini, mentre nella vela si chiude il programma della classe finn uomini e della classe mista nacra17.

Italiani in gara e possibilità di medaglie

Dopo l’eliminazione di Fabrizio Donato nel triplo, di Silvano Chesani nel salto in alto e di Margherita Magnani nei 1500 metri, non ci saranno azzurri impegnati nelle finali di atletica leggera.

Dopo 56 anni una canoa italiana affronterà una finale olimpica con Carlo Tacchini nel C1 1000 metri. Ultima gara per la ginnasta Vanessa Ferrari che punterà ad una medaglia nel corpo libero, quella sfiorata a Londra 2012 quando fini quarta, nonostante avesse ottenuto lo stesso punteggio della russa Aliya Mustafina, premiata con il bronzo per regolamento avendo eseguito un esercizio migliore con coefficiente minore.

Nel nuoto di fondo dopo il brillante argento di Rachele Bruni, toccherà a Simone Ruffini e Federico Vanelli puntare al podio nella maratona 10 km. Nel nuoto sincronizzato Linda Cerruti e Costanza Ferro saranno impegnate nella finale del doppio, partendo dal sesto posto di qualifica. Nella vela ancora in corsa nella classe nacra17 la coppia Vittorio Bissaro e Silvia Sicuori. Nei tuffi Michele Benedetti è qualificato per le semifinali e cercherà l’approdo alla finale olimpica del trampolino.