Come da lui stesso annunciato attraverso i canali social, Roger Federer sta tornando al top della condizione per la stagione 2016-2017 dopo essersi preso una lunga pausa estiva per recuperare dagli infortuni alle ginocchia. Il tennista di Basilea si era detto amareggiato per la decisione di doversi fermare e non disputare tra l'altro i giochi olimpici, ma dopo aver consultato il suo staff medico lo stop forzato era l'unica soluzione per poterlo riavere performante per il nuovo tour nel circuito ATP.

La fine di un record

L'inattività (Federer non gioca da Wimbledon) ha fatto registrare la fine di quello che è una sorta di record condiviso con il suo storico rivale Rafael Nadal: quest'anno i due sono usciti dall top4 del ranking per la prima volta dopo ben tredici anni.

Molti opinionisti e tifosi hanno letto la notizia come un'eventuale fine di un'epoca o più verosimilmente come la fine di una generazione di tennisti (Federer classe '81, Nadal '86) che stanno per essere soppiantati da una nuova e promettente generazione, come ad esempio Dominic Thiem, Borna Coric e Nick Kyrgios.

Il giudizio è tuttavia troppo severo se consideriamo che nonostante gli zero titoli nel 2016 del campione elvetico, il livello espresso è assolutamente alto, come lo è quello del connazionale Stanislas Wawrinka, 31enne e di altri over 30 nel ranking. Federer prospetta almeno altri due anni in cui può ambire a qualche titolo nel circuito a patto che, come sempre ha sostenuto, non venga meno il divertimento nel giocare.

Il ritorno previsto per il nuovo anno

Sarà necessario aspettare gennaio 2017 per rivedere Roger in campo in occasione degli Australian Open: infatti Federer non disputerà nemmeno le ATP Finals a Londra. Le prospettive sono ottime, infatti a Melbourne il gioco dello svizzero ha sempre entusiasmato e sorteggio permettendo può fare un lungo percorso anche se il favorito rimane sempre l'attuale numero uno Novak Djokovic, che ha fatto degli Open d'Australia il suo terreno di caccia preferito con la bellezza di sei titolo conquistati. I tifosi e gli amanti del Tennis non resteranno delusi dal rientro di Federer.