Immenso, strepitoso, leggendario. Non ci sono più aggettivi per descrivere la grandezza di Roger Federer. Il tennista svizzero si è qualificato per la finale dell'ATP Masters 1000 di Miami, battendo in una semifinale meravigliosa (probabilmente una delle partite più belle dell'anno) un grandissimo Nick Kyrgios dopo tre set combattutissimi, tutti conclusi con tie-break tiratissimi.

Sin dal primo set il match procede punto a punto.

Pubblicità
Pubblicità

L'australiano riesce a strappare il break nel settimo gioco, portandosi sul 5-3 dopo il proprio turno di servizio. Ma la reazione dello svizzero è veemente: strappa il controbreak nel nono gioco dopo un game lunghissimo, e con un turno di battuta quasi perfetto riesce a riportare la partita in parità sul 5-5. Si va al tiebreak, giocato strenuamente da parte di entrambi, che si conclude 11-9 a favore dello svizzero il quale porta quindi a casa il primo set, fronteggiando anche ben due set-point a favore di Kyrgios.

Pubblicità

Nel secondo set la musica non cambia. Federer appare molto più solido nei propri turni di servizio, così come Kyrgios che nel settimo game riesce ad annullare le uniche due palle break concesse in tutta la frazione.Si arriva anche stavolta al tiebreak, in cui lo svizzero ha anche a disposizione due palle del match-point, ma Kyrgios dimostra di essere notevolmente maturato annullandole entrambe e riuscendo a portare a casa la frazione per 11-9 sfoggiando un paio di colpi di pregevole fattura.

Ha dunque inizio il set decisivo, ed i due tennisti continuano a mantenere un livello di concentrazione altissimo nei propri turni di battuta, riuscendo a non concedere neanche un break-point al proprio avversario.Servirà l'ennesimo tiebreak per decretare il vincitore di questo splendido match che non può che concludersi con un finale thrilling.Nick Kyrgios riesce a portarsi sul 3-1, ma Federer recupera impattando il tiebreak sul 3-3.

L'australiano però, quasi infallibile al servizio, strappa un minibreak arrivando sul punteggio di 5-4 con due turni di servizio a proprio favore. Ma anche stavolta avviene l'incredibile: Kyrgios (forse anche distratto dalle grida del pubblico, palesemente a favore di Federer) sbaglia una palla tirata sulla linea di fondo dallo svizzero, e nel turno di battuta successivo commette un sanguinoso doppio fallo che permette a Federer di ottenere un match-point...che lo svizzero, grazie ad una solida prima di servizio, non fallisce, ponendo fine ad una partita epica durante 3 ore e 15 minuti.

Pubblicità

Roger Federer accede dunque alla finale dell'ATP di Miami, dove ad attenderlo ci sarà l'eterno rivale Rafael Nadal, per dar vita all'ennesima grande sfida tra i due a cui tutti gli appassionati non vedono l'ora di assistere.Anche Kyrgios, in ogni caso, ha dimostrato di essere ormai pronto a competere ad alti livelli (nonostante qualche intemperanza e qualche racchetta sfasciata), e di sicuro il futuro che lo aspetta sarà radioso.Dopo i trionfi all'Australian Open e all'ATP Masters 1000 di Indian Wells, Roger Federer sta scrivendo un ulteriore capitolo della sua già leggendaria carriera.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto