Bruttissimo incidente avvenuto nel corso delle qualificazioni della 500 Miglia di Indianapolis, probabilmente la più importante e famosa corsa nel mondo delle quattro ruote e non solo in quello americano.

A pagarne le conseguenze è stato Sébastien Bourdais, vecchia conoscenza della Formula 1, infatti nelle stagioni 2008 e 2009 aveva guidato la vettura italiana della scuderia Red Bull, cioè la Toro Rosso.

Incidente a 330 km/h per Sébastien Bourdais

Il pilota del team Dale Coyne si è schiantato con la sua monoposto a circa 330 chilometri orari contro il muretto che delimita l’ovale della famosissima pista dell’Indiana, con la sua auto che ha anche brevemente accennato un principio d’incendio.

Il povero pilota francese ha perso il controllo della vettura all’ingresso in Curva 2 a causa di un improvviso sovrasterzo, pensare che Bourdais aveva appena completato i primi due giri del turno di qualificazione, dopo essere risultato il più veloce durante le prove cronometrate del venerdì, alla folle velocità di 231 miglia orari, cioè oltre 370 chilometri all’ora.

L’ex pilota di Formula 1 è sembrato sin da subito molto provato, non ha mai perso conoscenza ed è stato molto lucido da togliersi immediatamente il casco per respirare meglio. Però giunto il momento di uscire dall’abitacolo non è riuscito a reggersi in piedi, così i commissari hanno impiegato circa 10 minuti per riuscire ad estrarlo dalla sua monoposto, mentre sui teleschermi venivano mandate in onda le immagini del suo incidente tra la tensione palpabile avvertita da tutto il pubblico e dal personale nei box.

Nella notte tra sabato e domenica Bourdais è stato operato all’Indiana University Methodist Hospital, dopo che gli esami avevano evidenziato fratture multiple a bacino e anca destra. L’operazione dunque è servita per ridurre soprattutto le fratture patite al bacino.

Sfuma così il sogno di pole position per il francese, in quella che probabilmente è la corsa più importante nel mondo delle quattro ruote.

Continuerà invece per gli ultimi otto piloti rimasti a contendersi la prima posizione nella griglia di partenza.

Tra questi vi è anche il corridore di F1 Fernando Alonso, che infatti ha ricevuto dalla sua scuderia, la McLaren motorizzata Honda, un permesso speciale che gli permetterà di non partecipare al GP di Montecarlo che si disputerà lo stesso giorno della 500 Miglia di Indianapolis.

L’appuntamento con la gara sarà quindi per Domenica 28 Maggio.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto