Sofia Goggia è campionessa olimpica. Con il tempo di 1’39’22 si piazza davanti alla norvegese Ragnhild Mowinckel, seconda con soli +0.09 di ritardo. Terza Lindsey Vonn con un ritardo di +0.47. Queste le prime parole della campionessa azzurra: "Non ho ancora realizzato, ero troppo concentrata sulla gara che non trovo neanche le parole. Sono davvero orgogliosa. La vittoria la dedico a me stessa, all'Italia e alle persone che mi vogliono bene, indipendentemente dal risultato di queste Olimpiadi.

Sono una pasticciona, ma oggi ho cercato di essere una samurai". La norvegese Mowinckel ha tenuto tutti col fiato sospeso quando ha fatto fermare il cronometro a soli nove centesimi da Sofia: "Mi ha fatta rimanere ferma, paralizzata, ma basta un centesimo per essere davanti e quindi va bene così". La Goggia commenta anche la prestazione della sua rivale - amica Lindsey Vonn: "Da lei c'è solo da imparare, una generosa così nel nostro mondo non c'è. Tutte si inchinano davanti a lei. È un onore gareggiarci insieme".

I complimenti di Malagò e Gentiloni

Non si fanno attendere le dichiarazioni di Giovanni Malagò, presidente del CONI, sulla splendida prestazione di Sofia Goggia: "Questa era la Gara, d'altra parte c'è chi dice che le medaglie vanno pesate e non contate. La Goggia è stata straordinaria, anche perché è arrivata qui con il ruolo di favorita ed aveva di fronte un'atleta straordinaria come Lindsey Vonn.

E la Goggia non ha tremato, portando a casa un risultato storico. Siamo molto felici per l'Italia, per questo risultato, per la Federazione, per gli appassionati, per Sofia. Ci ha commosso". Anche il presidente del Consiglio dei ministri, Paolo Gentiloni ha scritto su Twitter un messaggio per la campionessa azzurra: "Grandissima Sofia #Goggia Il primo oro della nostra storia nella libera femminile #Italia".

Terzo titolo per gli azzurri

E' il terzo oro per l'italia dopo quello nello short track di Arianna Fontana e di Michela Moioli nello snowboard cross. In totale sono 9 le medaglie della compagine azzurra in Corea del Sud, 3 ori, 2 argenti e 3 bronzi. L'Italia è, attualmente, al decimo posto del medagliere. Comanda la Norvegia con 30 medaglie (11 ori, 11 argenti, 8 bronzi), seguita dalla Germania con 23 medaglie ( 11 ori, 7 aregenti, 5 bronzi) e al terzo posto il Canada con 20 medaglie (9 ori,5 argenti, 6 bronzi).

Il presidente del CONI aveva dichiarato, prima della partenza per Pyeongchang, che l'obiettivo dell'Italia per questa Olimpiade era portare a casa dieci medaglie. Obiettivo quasi raggiunto.

Risultato storico

Nella lunga storia delle Olimpiadi invernali è la prima volta che una donna sale sul gradino più alto del podio della discesa libera. In campo maschile, nella stessa specialità, l'unico successo a cinque cerchi fu quello del leggendario Zeno Colò nel lontano 1952.

L'Italia torna a vincere una medaglia d'oro nello sci alpino ai Giochi invernali dopo ben 16 anni. L'ultima della serie era stata Daniela Ceccarelli a Salt Lake City, campionessa nel SuperG. Complessivamente è il 14esimo oro olimpico nello sci alpino.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto